10 Cloverfield Lane è una specie di sequel, un po' no e un po' stupefacente

Ma tipo, cosa significa ancora 'sequel', amico.

Nel 2016, la definizione di sequel è una cosa oscura. Ci sono reboot, prequel, revival e spin-off, e quelli che sono un po' di ciascuno. Ci sono film che si svolgono in mondi consolidati, ma poi prendono o lasciano quello che vogliono dal canone stabilito. (Vedere: mondo giurassico, Terminatore: Genisys, Steve Jobs, probabilmente.)

jimmy fallon justin timberlake storia del rap 3

E poi c'è 10 Cloverfield corsia. Non è proprio un sequel del film di mostri a sorpresa del 2008 trifoglio, ma implica altrettanto avendo la parola 'Cloverfield' nel titolo, e anche nel modo timido in cui è stato annunciato completamente a sorpresa solo due mesi prima della sua uscita. La frase produttore J.J. Abrams sta usando per Lane è 'parente di sangue;' un descrittore più gergale sarebbe probabilmente 'successore spirituale', tranne che neanche questo sembra del tutto corretto.



L'immagine può contenere: viso, umano, persona, elettronica, telefono, cellulare, cellulare, foto, fotografia e ritratto

Sorpresa! J.J. Abrams ha una novità Cloverfield Film già fatto

E non è quello che ti aspetteresti.

Nonostante il titolo, 10 Cloverfield corsia fa a malapena riferimento al film catastrofico del 2008. A tutti gli effetti, è un film completamente diverso che usa semplicemente il film precedente come una sorta di vaccinazione, preparandoti per il tipo di associazioni che vuole che tu faccia, vale a dire, mostri e come potrebbero apparire.

come indossare la giacca di pelle in inverno

Il primo Cloverfield nasce dal desiderio di fare un moderno film di mostri americano simile a Godzilla, utilizzando il formato contenuto e found-footage per radicarlo nell'esperienza di essere vittima di un gigantesco attacco kaiju, creando claustrofobia dal caos urbano di massa e rendendo terrificante un mostro dandoci a malapena uno sguardo.

10 Cloverfield corsia è una completa inversione di questo: girato tradizionalmente, interamente confinato, con solo tre persone e concentrandosi molto chiaramente sul suo mostro centrale: Howard (John Goodman), il prepper del giorno del giudizio che salva Michelle (Mary Elizabeth Winstead) da un incidente d'auto ed efficacemente la tiene in ostaggio nel suo bunker ben fornito, sostenendo che un attacco ha reso la superficie non sicura per un periodo di tempo indiscernibile.

I due sono raggiunti da Emmet (John Gallagher, Jr.), un giovane che inizialmente crede a Howard ma le cui simpatie alla fine vanno a Michelle, e mentre i due scoprono lentamente motivi per dubitare dell'uomo che crede di essere il loro salvatore, 10 Cloverfield corsia diventa rapidamente un film horror ben costruito, una specie di thriller alieno tranne che ambientato in un rifugio antiatomico progettato in modo pacchiano da un uomo sciatto.

Nei panni di Howard, John Goodman offre una performance infernale, passando da una leggera delusione a una vera minaccia con incredibile facilità. (Aspetta solo di vederlo interpretare Taboo.) Di fronte a Goodman, Winstead ancora il film con una performance che, per citare un amico, 'dà grandi vibrazioni di Ripley', trasmettendo molto con sguardi e piccoli movimenti sobri come Sigourney Weaver in Alieno. Il tira e molla tra Howard e Michelle è dove il film trae la maggior parte della sua tensione. Howard non diventa mai grottescamente mostruoso fino al climax. Invece è obliquo, così completamente immerso nella sua logica distorta che ha anche un senso per i suoi conviventi per un breve periodo di tempo. Ma solo brevemente.

C'è un'altra cosa che 10 Cloverfield corsia ha in comune con trifoglio, qualcosa che diventa importante man mano che il film si avvicina al suo grande traguardo: si tratta di distogliere lo sguardo dal terrore. Quasi ogni minaccia e indizio in 10 Cloverfield corsia si sente prima di essere visto (e Signore, questo è un film per ascolta ), e ogni svolta scioccante della storia è quasi mai al centro dell'inquadratura. Anche quando arriva il grande traguardo - uno che potresti vedere arrivare o meno, uno che non rovinerò qui - 10 Cloverfield corsia rimane un convinto sostenitore del vecchio dogma dell'orrore dell'essere invisibile e non detto infinitamente più terrificante di qualsiasi cosa resa esplicita.

hai rubato i miei sogni e la mia infanzia

Se la parola 'Cloverfield' significa qualcosa, probabilmente è proprio così: queste sono storie su com'è scappare da mostri che puoi davvero vedere solo con la coda dell'occhio, perché la suspense deriva dalla fragilità e dai limiti umani, e le persone non vedono mai veramente l'intera immagine per cominciare, almeno, non fino a quando non è già troppo tardi.