12 uomini condividono le loro storie di aborto

Qui, in una collaborazione speciale tra Glamour e Tinews, 12 uomini condividono l'impatto della procedura sulle loro vite.

Lo scorso maggio , quando il senato dello stato dell'Alabama ha votato per mettere fuori legge di fatto tutti gli aborti, ognuno dei 25 legislatori che hanno votato per il disegno di legge era un uomo. Allo stesso modo, in Georgia, i legislatori maschi che hanno votato per la legge sul battito cardiaco fetale, che ha vietato l'aborto già a sei settimane di gravidanza, hanno superato di gran lunga i voti favorevoli delle donne. E in Louisiana, un uomo ha scritto la versione dello stato di un disegno di legge sul battito cardiaco mentre il governatore, un altro uomo, lo ha firmato in legge.

In questi dibattiti, gli uomini parlano dell'aborto come di un'astrazione, come qualcosa che accade alle donne là fuori da qualche parte , ma non a qualcuno che conoscono personalmente. Il senatore dello stato Clyde Chambliss, sponsor del disegno di legge sull'Alabama, disse nella sua dichiarazione di apertura a maggio che da quello che ho letto, quello che mi è stato detto, c'è un certo periodo di tempo prima che tu possa sapere che una donna è incinta. Durante i dibattiti sulla legge sull'aborto restrittiva del Missouri, il rappresentante statale Barry Hovis disse lo stupro può essere consensuale. (In seguito ha affermato di aver parlato male.)



Raramente, però, gli uomini parlano delle loro storie di aborto. C'è una linea di pensiero che suggerisce che, dal momento che non sono i loro corpi in gioco, gli uomini dovrebbero rimanere in silenzio, un sentimento riassunto in modo nitido nello slogan della maglietta No utero, nessuna opinione. Gli uomini sono una presenza attiva nel campo contro i diritti dell'aborto, guidano alcune delle principali organizzazioni pro-vita e marciano con orgoglio nelle manifestazioni, e in quel movimento le esperienze in prima persona sono ancora più stigmatizzate. (Per la cronaca, il 57 per cento degli uomini negli Stati Uniti sostiene il diritto all'aborto, secondo a un sondaggio Pew dello scorso anno.)



Una donna su quattro negli Stati Uniti abortirà entro i 45 anni. La maggior parte, possiamo ragionevolmente presumere, è stata impregnata da un uomo. In un anno in cui gli uomini hanno dominato il dibattito sulla salute riproduttiva delle donne ai massimi livelli e hanno approvato una serie di divieti restrittivi di aborto in tutto il paese, è fondamentale per noi conoscere le esperienze reali che hanno ogni giorno.



In uno speciale progetto congiunto con Tinews e Glamour, ho deciso di trovare quelle storie. Ho trovato uomini attraverso capitoli locali sul diritto all'aborto, bacheche online e organizzazioni come Testimoniiamo e Grida il tuo aborto , che raccolgono e pubblicano storie di aborto. Gli uomini variavano ampiamente per età, posizione, classe socioeconomica, razza ed etnia, e includevano tutti, dai paramedici ai barbari ai professori. Alcuni hanno capito subito che l'aborto era la decisione giusta. Altri non erano così sicuri. Dopo l'aborto, alcuni sono andati avanti in fretta, desiderosi di tornare alla vita come al solito. Altri erano ossessionati dal pensiero dei padri che avrebbero potuto essere. Più di pochi mi hanno detto che non sarebbero stati in grado di avere le vite che hanno oggi - opportunità, carriere, ricchezza - se il loro partner non avesse scelto la cessazione. Per proteggere la privacy delle donne al centro di queste storie, abbiamo cambiato i nomi di molti degli uomini inclusi.

Alcune delle loro storie sono difficili da leggere. Due uomini mi hanno detto che volevano disperatamente il loro bambino, ma le loro mogli sono state costrette per necessità mediche ad abortire nel terzo trimestre. Un uomo, che è trans, descrive in dettaglio il suo straziante stupro di gruppo.



Gli uomini, è chiaro, fanno parte dell'esperienza dell'aborto in America. Queste sono 12 delle loro storie.

Siggy, 25 anni, New York City

Ero un anziano al college in Texas. non avevo soldi. E non poteva permettersi di rimanere incinta per nove mesi. So che molte persone dicono, oh, avremo il bambino e lo rinunceremo. Ma è ancora un lungo impegno. E... lei semplicemente non voleva. Semplicemente non voleva avere un bambino e darlo via. Quindi abbiamo deciso che avrebbe dovuto abortire.