Lo Swingers Club degli anni '70 e l'archivio segreto che si è lasciato alle spalle

Il club Silver Chain era un gruppo di scambisti che si divertivano negli anni '70. Ma la parte più strana non era il poliamore, erano gli appunti che due membri tenevano.

Nei primi anni '70, quattro coppie sazi ma insoddisfatti mentre tornavano a casa in Minnesota da un evento sociale in uno stato lontano, riaccese una conversazione che avevano avuto sulla loro lamentela. Dover fare le valigie e viaggiare per incontrare persone che la pensano allo stesso modo è stato un grosso problema. Sicuramente c'era un modo per incontrare più persone come loro vicino a casa. Altri scambisti.

Quindi hanno fatto un piano. Se avessero unito gli sforzi, pensavano, avrebbero potuto fondare il loro club di scambisti e creare una scena proprio nella loro città. Potrebbero oscillare più spesso e con più persone. Queste coppie si definivano il Comitato Esecutivo del loro nuovo outfit. Non sospettavano ancora come sarebbe stato radunare gli scambisti e proteggere la loro privacy.



Il gruppo che hanno fondato, il Silver Chain Social Club, ha dato vita alla visione di speranza dei suoi otto fondatori, insieme a una grave preoccupazione per la segretezza dei suoi membri suburbani dall'aspetto convenzionale. Le attività del club - eventi come incontri di bowling, feste in maschera, tavole rotonde e gruppi di supporto - erano solo per socializzare e i membri dovevano scambiare partner e fare sesso nel proprio tempo. (Volevamo che il club operasse su un piano alto, sempre di prima classe, ha ricordato un fondatore.) I fondatori speravano che i membri potessero riconoscersi silenziosamente in pubblico mostrando i gioielli che hanno dato il nome al club. Il Comitato Esecutivo voleva davvero che quelle catene d'argento del marchio avessero 77 ciondoli, onorando una posizione sessuale preferita (69) più otto (mangiato) in più. (Capito?) - ma il piano fallì. I nostri sforzi per trovare un produttore a un costo ragionevole sono stati inutili, ha concluso il sogno.



So molto degli incontri della Silver Chain, delle centinaia di membri e dei principi guida perché questi materiali, che vanno dal 1974 al 1978, sono disponibili per la visualizzazione nella tranquilla sala di lettura dal soffitto alto della Minnesota Historical Society. Due membri hanno conservato statuti, newsletter, corrispondenza e, forse pericolosamente, profili da app per appuntamenti (con un nome ma solo l'iniziale del cognome). All'inizio degli anni '90, i documenti sono stati trovati in una cassetta di sicurezza presso la First Bloomington Lake National Bank e i documenti sono arrivati ​​all'agenzia storica dello stato tramite una legge del Minnesota che dà alla Società la prima rivendicazione di materiali storici abbandonati. Potrebbero essere gli unici documenti del genere conservati in qualsiasi parte del mondo in un archivio storico, e danno uno sguardo raro sul funzionamento a volte banale, spesso inaspettato di un club scambista che cerca solo di tenere traccia dei suoi sviluppi sexy.




I primi anni '70 erano l'amore libero, soffocamento suburbano e femminismo in aumento. In tutta l'America, le persone stavano riesaminando le relazioni e il matrimonio. L'oscillazione potrebbe essere derivata dallo scambio organizzato di partner dei piloti militari statunitensi che hanno volato nella seconda guerra mondiale e nel conflitto coreano. È sbocciato durante il decennio insieme alla vita in comune, alla liberazione gay e alle unioni domestiche extra-legali, tutti tentativi di rompere le catene paralizzanti degli stili di vita abbottonati. Gli studi dell'epoca (i più imperfetti e inaffidabili, per essere onesti) hanno messo il numero di scambisti nella popolazione americana dal 2 al 4%, ma solo un piccolo numero di loro ha cercato di assumere il ruolo di un consiglio di comunità sessuale per organizzare compagni credenti.

Nel 1974, il Comitato Esecutivo della Catena d'Argento aveva redatto un giocoso insieme di regole e regolamenti che stabilivano lo scopo del club: consentire ai membri di incontrarsi, socializzare e condividere momenti di benessere generale. Le coppie sopra i 21 anni potevano unirsi su invito solo con la buona parola di un membro affermato che potesse garantire la loro dedizione allo swing. Non sono ammessi spettatori. Neanche membri singoli. Mentre molte persone etero - questo è il gergo scambista per i non scambisti - immaginavano lo scambio di moglie (come a volte veniva chiamato allora) come un'attività sordida e carica di ormoni per i pervertiti, i membri di Silver Chain facevano di tutto per enfatizzare la cortesia e la deferenza nei loro relazioni. Era swinging infuso con Minnesota Nice.