Alex Smith sul suo ritorno: non avrei mai pensato che sarebbe successo

Il quarterback della NFL e Comeback Player of the Year nel viaggio di due anni dal suo raccapricciante infortunio alla gamba.

Se Alex Smith, il quarterback della Washington Football Team, aveva bisogno di rassicurazioni sul fatto che la sua gamba destra avrebbe resistito dopo due anni e 17 interventi chirurgici fuori dal gioco, l'ha ottenuta abbastanza rapidamente. Circa 700 giorni dopo un sacco di J.J. Watt lo lasciò con una frattura a spirale composta alla gamba destra, e uno degli infortuni più raccapriccianti nella storia della NFL, tornò a giocare e fu prontamente licenziato dal difensore dell'anno Aaron Donald.

Sebbene la gamba fosse stata riparata con successo, con 28 viti e tre placche, il viaggio era stato lungo, complesso e piuttosto terrificante. A un certo punto, la sua gamba è stata infettata da batteri carnivori chiamati fascite necrotizzante. Smith ha poi sviluppato la sepsi, una complicazione di un'infezione che si verifica quando la risposta immunitaria di un corpo danneggia i propri tessuti, il che gli ha lasciato due opzioni: amputare la gamba o sottoporsi a una serie di interventi chirurgici per cercare di salvarla. Nessuna delle due opzioni era buona, e nessuna delle due ha lasciato a Smith, ex scelta assoluta numero uno, molte possibilità di giocare di nuovo a calcio.



Ma con l'aiuto degli specialisti della riabilitazione presso il Center for the Intrepid, dove i veterani che hanno subito ferite da esplosione vengono curati per lesioni simili, Smith è improbabile che sia tornato nel roster di Washington, come terzo QB. (Dice che la squadra non si aspettava o non voleva che tornasse.) Alla fine della stagione, è diventato titolare, ha vinto cinque delle sei partenze e ha portato la squadra ai playoff.



Per tutto ciò, Smith ha portato a casa il premio Comeback Player of the Year della NFL poche settimane fa. (Duh.) Ha parlato con tinews per parlare della decisione di tenere la gamba, dei motivi per cui ha deciso di tornare a giocare a calcio e delle possibilità di rivederlo in campo nel 2021.



Perché giocare di nuovo a calcio quest'anno?

Questa è la grande domanda. Perché? Perchè dovrei farlo? Sii felice con il resto della tua vita. Penso due cose. Come ho detto, è passato così tanto tempo che ho avuto questi enormi dubbi sul fatto di poter giocare di nuovo con i miei figli, di essere mai una persona normale. Pensi davvero alle cose della vita di tutti i giorni, come andare in bagno nel cuore della notte, fare la doccia, essere di nuovo in grado di giocare a golf, fare passeggiate, escursioni e così via, sciare, andare in mountain bike. Posso fare nulla ?



Aveva a che fare con i militari. Il loro coinvolgimento nella mia riabilitazione, essendo i massimi esperti al mondo di lesioni agli arti inferiori e la riabilitazione che stavo facendo, e cercando di tornare a un livello d'élite. Ma, in realtà, anche la mentalità. Re di avermi appena sfidato. E sono stati i primi in una sessione di riabilitazione, molto presto, a mettermi un pallone tra le mani. Johnny Owens era il PT ed era davvero coinvolto nel mio piano di ritorno. Mi ha messo un pallone in mano.

Non avevo toccato un pallone da calcio ed ero un po' amareggiato nei confronti del calcio perché ero tipo, stavo giocando a questo stupido gioco e [l'infortunio] è successo. Ricordo quanto era bello giocare a palla, quanto era bello avere un pallone in mano. Era tutta la vita che giocavo a prendere e quanto mi sembrava naturale. La mia riabilitazione è andata meglio. Mi sono semplicemente divertito a fare riabilitazione con un pallone in mano: Dammi il calcio per vedere se posso farlo . Ho iniziato a pensare di giocare di più come quarterback.

quante calorie ha un chilo di grasso?

Mi ha davvero dato energia. Ha iniziato a diventare questa cosa, a mettere là fuori questa cosa pazza. Sapevo che se non l'avessi mai raggiunto, la mia vita sarebbe stata migliore. potrei fare di più. Stavo per portare la mia riabilitazione più lontano di quanto avrei fatto se avessi deciso di essere in grado di stare in piedi o giocare a golf. So di essere vecchio e vecchio in termini calcistici, avendo 36 anni, ma ero tipo, 'Amico, ho avuto il resto della mia vita. Ho bambini piccoli. Ci sono tutte queste cose che voglio fare e che ho sognato di fare al di fuori del calcio.' Conoscevo il calcio come un mezzo per provare a fare questa cosa folle e ambiziosa. Sapevo che, anche se non ci fossi arrivato, sarei stato meglio per questo e non avrò alcun rimpianto di essermi appena sistemato, che ero felice solo con il golf. E amo giocare a golf, quindi non lo dico in senso negativo.