Una storia orale di We Built This City, la peggiore canzone di tutti i tempi

Nel 1985, la Starship, guidata da Grace Slick, pubblicò 'We Built This City', un singolo che raggiunse la vetta delle classifiche di Billboard... e

Trent'anni fa, le stazioni radio e MTV hanno messo a rotazione pesante una canzone insidiosamente orecchiabile chiamata We Built This City e l'hanno tenuta lì. Il singolo di successo ha dato ai membri della band Starship, emersa dalle ceneri dei Jefferson Starship, successore dei Jefferson Airplane, la band psichedelica essenziale degli anni '60, una seconda carriera come pop star. All'epoca, il membro più famoso di Starship, la cantante Grace Slick, aveva 46 anni.

L'immagine può contenere Umano e Persona

• Copertina del singolo in vinile We Built This City. Mezzo milione di persone ha pagato per possederla.





Ma nel corso degli anni, quando la musica degli anni '80 ha iniziato a suonare datata e ridicola - e nessuna canzone suona più anni '80 di We Built This City - ha sviluppato una reputazione orribile: la peggiore canzone di tutti i tempi. Miscelatore la rivista l'ha incoronata così per la prima volta nel 2004, e l'etichetta è rimasta, grazie a una serie di sondaggi online, ad addensarsi in qualcosa di vicino al fatto empirico. Come molte cose celebrate e orribili, We Built This City è diventato un meme: era il titolo di un episodio del 2008 di Degrassi: la prossima generazione. Durante il picco della fine degli anni '80 dei titoli spazzatura a Wall Street, Michael Milken ha cambiato il testo in Abbiamo costruito questa città su obbligazioni ad alto rendimento per celebrare il suo studio legale, Drexel Burnham Lambert. Russell Brand l'ha cantata , Fergie e i Muppet averlo eseguito. John Kasich l'ha suonato durante gli eventi della campagna.



We Built This City è stato scritto e registrato in più fasi, da una catena di montaggio di cantautori. (Anche il cancro si sviluppa per gradi.) Oggi, i suoi creatori sono ambivalenti su ciò che hanno creato. Li ha resi ricchi, ma anni di scherno hanno avuto un prezzo. Tra le persone che ora dicono di odiarlo ci sono due membri della band e il ragazzo che ha scritto i testi. Non credo che nessuno possa prendersi tutto il merito, dice il chitarrista degli Starship Craig Chaquico, o tutta la colpa.


Dennis Lambert (produttore esecutivo): The Starship era un altro numero di una lunga serie di artisti con cui ho lavorato che, se non fossero stati dati per morti, sarebbero stati considerati in un profondo buco di carriera. Riportarli indietro non sarebbe stato facile.



Pietro Lupo (produttore): C'era molto odio all'interno della band. Come si chiamava, il signore appena morto? Paul Kantner. Paul [il co-fondatore dei Jefferson Airplane] era un vecchio hippie che non era più rilevante. Tutti volevano diventare più moderni e lui non voleva. Ero felice che Paul se ne fosse andato. Litigava con tutti e io lo odiavo.

Topolino Tommaso (cantante dell'astronave): Sono entrato a far parte dei Jefferson Starship nel 1979, che è stato uno dei punti cardine della reinvenzione della band. Non ero esattamente un fan di Starship—sono uscito dalla musica soul. C'erano sempre membri diversi che andavano e venivano, quindi la band era in continua evoluzione. Mi sono rasato i baffi. Ci stavamo reinventando, quindi ho voluto reinventare anche il mio look personale. La musica in sé era una grande scommessa.

Martha Davis (cantante, i Motels): Per quanto mi ricordo bene—e stiamo parlando degli anni '80, quindi non ricordo molto—[il paroliere di Elton John] Bernie Taupin mi ha mandato il testo di We Built This City così che potessi scriverci della musica. Ho chiamato Bernie e ho detto: La mia musa artistica non mi lascia finire la canzone. Rimpianti? Oh diavolo no.

Martin Page (coautore): Bernie si stava allontanando dal lavoro con Elton John. Tutti volevano che lavorasse con un tipo di scrittore alla Tom Dolby, qualcuno che usava la nuova tecnologia. Volevo impressionare Bernie: ho fatto una demo della canzone su un deck Fostex nel mio soggiorno. Sembrava Shock the Monkey di Peter Gabriel. L'ho mandato a Bernie, che ha detto, Bernie Taupin arriva nel futuro.