Chiedi a un esperto: è davvero possibile far ricrescere i capelli?

In alcuni casi, la caduta dei capelli non è veramente permanente. Almeno non subito. Ecco come rallentarlo.

Ogni ragazzo è a rischio di perdere i capelli, alcuni più velocemente di altri . Fa schifo. Il follicolo stesso si raggrinzisce ed è reso incapace di ricrescere qualsiasi cosa. Questo tipo di perdita di capelli è chiamato alopecia androgenetica, spesso indicata come calvizie maschile. (Quello è il permanente gentile, non la cosa temporanea che accade a volte a causa dello stress.) Questo si svolge in due modi: il diradamento di ciascun capello e la perdita complessiva di densità. Ma, in alcuni casi di alopecia, queste perdite non sono veramente permanenti. Almeno non subito. A volte, può essere rallentato o ritardato.

Quindi c'è speranza! Se stai perdendo i capelli o se pensi di essere a rischio di perdita di capelli o diradamento, continua a leggere per alcune possibili soluzioni. L'intuizione e i consigli arrivano dal Dott. Francesco Fusco, MD of Dermatologia Wexler a New York. Il suo punto principale? Devi essere proattivo.




Prima di tutto, perché mi cadono i capelli?

Fusco dice che c'è qualcosa che si chiama miniaturizzazione accade a livello follicolare quando un capello cade. La miniaturizzazione si riferisce al lento restringimento del follicolo pilifero e alla diminuzione dei capelli all'interno, fino a quando il follicolo non esiste più, dice. I capelli minuscoli rimanenti cadono e non ricrescono. Dice che questo è spesso genetico e causato da un ormone chiamato diidrotestosterone (DHT), che è un sottoprodotto del testosterone. Il DHT si aggrappa al follicolo e poi lo riduce lentamente. Questo accade più comunemente alle tempie, alla corona e alla parte anteriore della testa. (Questo è anche il motivo per cui non vedi ragazzi che perdono i capelli sui lati e sulla schiena.)



Ma è possibile far ricrescere quei capelli, giusto??

Dipende. Se un follicolo si è chiuso, scomparso, sfregiato o non ha generato un nuovo capello negli anni, allora un nuovo capello non sarebbe in grado di crescere, dice Fusco. Ma se il follicolo è ancora intatto, sì, è possibile far ricrescere i capelli o migliorare la salute dei capelli più sottili esistenti.



Cosa posso fare?

Ci sono alcune soluzioni comuni e alcune non comuni:

Farmaci per via orale: Nei casi di alopecia androgenetica, la finasteride è ancora il gold standard, afferma Fusco. (Finasteride è la versione generica di Propecia, che può essere prescritta dal tuo dermatologo ed è disponibile anche tramite abbonamenti alla posta .) Fusco afferma che anche gli uomini più giovani possono rallentare o ritardare la caduta dei capelli iniziando una prescrizione quotidiana di finasteride. Questo farmaco agisce inibendo un enzima che porta alla caduta dei capelli, osserva. Negli studi clinici, il 90% dei pazienti ha guadagnato i capelli o li ha mantenuti per un periodo di cinque anni.



Farmaco topico: Ci sono alcune alternative alla finasteride, se dovesse rivelarsi inefficace o se inizia a causare effetti collaterali (alcuni pazienti riferiscono di perdere il desiderio sessuale con il farmaco). Una di queste opzioni è il minoxidil (aka Rogaine). È un prodotto topico, disponibile al banco, che stimola la crescita dei capelli attivando i canali del potassio nel follicolo: questo si traduce in fattori di crescita e prostaglandine che promuovono la crescita dei capelli, dice Fusco. Ciò mantiene i capelli nel ciclo di crescita per un periodo di tempo più lungo. Il tuo dermatologo potrebbe essere in grado di prescrivere formulazioni di minoxidil con percentuali più elevate, aggiunge. Quindi, consulta il tuo medico per decidere quale percorso è il migliore.

Supplementi di erbe: Saw Palmetto è disponibile da banco ed è un'erba che è stata tradizionalmente usata per trattare gli uomini con problemi alla prostata, dice Fusco. È popolare tra gli uomini che non vogliono assumere la finasteride perché è stato suggerito che il saw palmetto può bloccare parte dell'attività del recettore sui follicoli piliferi che sono stimolati nell'alopecia androgenetica.