I fratelli che hanno incontrato i loro migliori amici su Bumble

Tinder, ma per trovare dei boccioli.

È stato come un qualsiasi appuntamento al buio nel 2016. Guy fa scorrere il dito verso destra, fa chiacchiere, estende un invito informale per un drink in un bar alla moda e poco illuminato. C'è la cauta eccitazione - forse potrebbe essere davvero qualcosa! - venata di nervi per aver guardato L'assassino di Craigslist troppe volte. E se mi attirasse in un vicolo e nessuno mi vedesse mai più? ?

Erano tutte queste cose, tranne che i fratelli non stavano strisciando per i collegamenti. Brandon O'Leary, un barista di 26 anni di New York, stava aspettando che arrivasse il ragazzo che ha incontrato su BumbleBFF, un'estensione dell'app simile a Tinder ma focalizzata esclusivamente sull'amicizia. Lo aveva invitato al bar dove lavora, un cocktail bar alla moda nell'East Village, pensando che sarebbe stato un posto sicuro per incontrare uno sconosciuto di Internet. O'Leary non era preoccupato di fare una buona impressione (io sono un... amaaaazing umano, dice, con poca ironia), ma era un po' preoccupato che il suo potenziale nuovo amico, Berlin, fosse un po' strano.



È un po' spaventoso, tipo, cosa farà questo ragazzo? Sarà strano? Si ubriacherà nel mio bar e, tipo, si arrabbierà con le ragazze tutta la notte? O'Leary ricorda di aver pensato. So un po' come vi sentite adesso ragazze.



Ha cercato di scacciare quei pensieri dalla sua testa quando Berlin è entrato dalla porta. Abbraccio, mi dice. L'ho semplicemente abbracciato e gli ho detto, 'Yo, come va, amico, ora siamo amici! Farsene una ragione.' E lo fece sedere, gli preparò da bere.



BumbleBFF è stato lanciato a marzo con l'obiettivo di aiutare le donne a trovare amici. In un video che ne annuncia il debutto, tre ventenni che non starebbero fuori posto in un catalogo di Urban Outfitters ridono insieme su un molo baciato dal sole. Ti abbiamo aiutato a trovare l'amore, recita il testo sullo schermo, ora è il momento di trovare una migliore amica. Una litania di I Tryed This storie sono emerse da scrittori su siti Web incentrati sulle donne come LeiCampus , Ossigeno e Elite Daily .

Ma l'app non è esclusiva di quelli con un doppio cromosoma X. Secondo un portavoce di Bumble, anche il 90% degli utenti maschi di Bumble ha optato per la funzione BFF. E mentre Bumble non aveva statistiche su quanti ragazzi si erano abbinati, di quelli che lo hanno fatto, più della metà ha iniziato a parlare. L'intera idea per la funzione, afferma Alex Williamson, vicepresidente dei contenuti del marchio di Bumble, è venuta dagli utenti, sia uomini che donne, che chiedevano a gran voce un cercatore di amici.



Che tu sia un ragazzo o una ragazza, stai cercando amici, dice Williamson. Dì che ti sei trasferito. Oppure sei sposato e i tuoi amici sono ancora single. O forse i tuoi amici si stanno per sposare e tu sei ancora single. Tutti cercano qualcuno con cui connettersi.


William Crouse, un produttore freelance di 27 anni di Brooklyn, è entrato in Bumble BFF poco dopo il suo lancio. Aveva un buon gruppo di amici, ma provenivano tutti da ambienti simili. Trovo che New York sia un po' frammentata, in termini di comunità, dice. Volevo trovare una strada diversa, piuttosto che incontrare solo persone con cui lavoro.

Quindi ha creato un profilo, facendo attenzione a selezionare solo l'opzione BFF in modo che il suo profilo non venisse mostrato a donne single e causasse confusione tra gli amici della sua ragazza, e ha iniziato a scorrere, utilizzando metriche simili per ciò che avrebbe cercato in un relazione rapporto con una donna. Le immagini del profilo possono dire molto, dice Crouse. Non necessariamente che sto cercando un tipo attraente, ma penso che, in termini di attività e cose del genere, non voglio uscire con un tipo che è davvero appassionato di punk o metal e ha una cresta nera in corso . Quindi penso che le immagini siano importanti perché stai raccogliendo molti segnali lì, in termini di 'Sono attivi? Hanno vissuto a New York per un po'?'

'L'ho semplicemente abbracciato e gli ho detto, 'Yo, come va, amico, ora siamo amici! Farsene una ragione.' E lo fece sedere, gli preparò da bere».

Ha avviato conversazioni con circa 30 ragazzi. Poiché il surrogato di battute civettuole era un po' imbarazzante, ha cercato di andare subito al sodo. Voglio costruire una relazione per uscire con qualcuno piuttosto che semplicemente mandare un messaggio a un ragazzo, dice. In un certo senso va velocemente: 'Ci sei questo fine settimana? Prendiamo una birra».

Dopo essere usciti con qualche scemo (Ci siamo incontrati e lui stava bene, Crouse sospira, ricordando un ragazzo, ma io non l'ho fatto davvero... prendi un drink con qualcuno e puoi dire abbastanza velocemente, tipo, vuoi uscire di nuovo con loro? E io pensavo, 'Nah'), si è unito a Jack, un collega di Brooklyn, e lo ha invitato a prendere un drink con un gruppo di suoi amici in un bar di immersioni a DUMBO. La loro connessione era innegabile. Mi è sembrato molto naturale. E penso che quella fosse una delle chiavi, dice Crouse. Hanno parlato di film, delle loro fidanzate, di cosa stavano guardando su Netflix. Non era proprio come se ci fossimo incontrati per la prima volta in quanto sarebbe stato un peso superare la conversazione. È andato tutto liscio.