Bruce Springsteen e la sua terra di speranze e sogni

Mentre Bruce si fa strada attraverso il suo tour europeo a sostegno del suo nuovo album, Wrecking Ball, guardiamo indietro alla prima tappa americana e ci poniamo la domanda: cosa significa quando un artista americano noto per il suo realismo ed empatia si tuffa nei miti del passato?

L'immagine può contenere persona umana strumento musicale chitarra attività di svago musicista e chitarra elettrica

Per capire i miti, devi andare nel luogo di culto. Per chiunque sia interessato a Bruce Springsteen, quel posto è lo spettacolo dal vivo. Qualche settimana fa, Springsteen e la E Street Band hanno chiuso la prima tappa del loro tour supportando il nuovo Maglio sferico al Prudential Center di Newark. In qualche modo, è la prima volta che suona in città, ma non è certo una folla di nuovi arrivati. È la fanbase rabbiosa per cui Bruce è diventato famoso, il tipo di folla in cui quando qualcuno dice: 'Questo è il mio quarto spettacolo', intende questa gamba. È il tipo di devozione per le cose leggendarie. E Bruce Springsteen è una cosa leggendaria.

Maglio sferico è il primo di Bruce dopo la recessione, la sua premessa è che le cose non sembrano così diverse ora rispetto a come sembravano nel cuore di essa. Questo non è un territorio sconosciuto per Springsteen, che è noto da tempo per la sua empatia con le lotte della gente comune e il suo sforzo per dar loro voce. Ma c'è qualcosa di diverso Maglio sferico , una tensione tra mito e realismo, e non un mito populista scritto su Springsteen come in passato, ma un insieme di fantasie che provengono da lui.



In precedenza, era facile dividere la carriera di Springsteen in due epoche ben definite: romantica e realista. C'è lo Springsteen dell'inizio e della metà degli anni '70, il romantico di_ The Wild, the Innocent, the E Street Shuffle_ e Nato per correre , che trafficava nelle favole degli anni '50 di un New Jersey mitizzato pieno di giovani ribelli in giacche di pelle in fuga lungo autostrade infinite. del 1978 Oscurità ai margini della città è qui che è iniziato il cambiamento. Improvvisamente il sognatore, il Bruce con la barba bohémien e il cappello a maglia sulla copertina di Il selvaggio, l'innocente, l'E Street Shuffle è stato soppiantato da Bruce il realista, quello che ti fissava dalla copertina di Buio con solo una giacca di pelle, una maglietta bianca e una sfida. Il Bruce che ha scritto storie incisive di persone vere con problemi reali in 'Reason to Believe' e 'Downbound Train'.



Questo è lo Springsteen a cui la maggior parte delle persone pensa più facilmente, poiché il realismo e l'empatia populista hanno dominato la sua produzione negli anni '80, musicalmente e liricamente. Fuori le canzoni orchestrate in più parti di E Street Shuffle o Nato per correre . In con rock 'n' roll, incazzato e carica su 'Badlands' e 'Adam Raised a Cain', o martellando attraverso progressioni di tre accordi dappertutto Il fiume e _Nato negli U.S.A. _