The Concussion Diaries: la lotta segreta di un giocatore di football del liceo con CTE

Zac Easter sapeva di soffrire di CTE. Così ha deciso di scrivere tutto, per far sapere al mondo cosa il calcio aveva fatto al suo corpo e le commozioni cerebrali al cervello. E poi si è sparato.

I miei ultimi desideri Mi ci sono voluti circa 5 mesi per scrivere tutto questo. Ci scusiamo per la cattiva grammatica in molti punti. VOGLIO DONARE IL MIO CERVELLO ALLA BANCA DEI CERVELLI!! VOGLIO DONARE IL MIO CERVELLO ALLO SPORTS LEGACY INSTITUE A.K.A. LA CONCUSSION FOUNDATION. Se vai sul sito web della fondazione concussion puoi vedere dove c'è un posto per la donazione. Voglio che il mio cervello venga donato perché non so cosa mi sia successo e so che le commozioni cerebrali hanno qualcosa a che fare con questo. Per favore, per favore, dammi la sepoltura più economica possibile. Non voglio niente di speciale e voglio essere cremato. Una volta cremato, voglio che le mie ceneri siano sparse nel bosco sulla collina laterale dove ho sparato al mio dollaro da 10 punti. È lì che sono stato più felice e dove voglio sdraiarmi. Sentiti libero di spargere le mie ceneri intorno al legno, se vuoi, ma ricorda solo che sulla collina laterale è dove vorrei la maggior parte dei miei resti. Mi dispiace davvero se ti ho messo in un onere finanziario. Non posso più convivere con questo dolore. Non voglio niente di costoso al mio funerale o qualunque cosa sia. Per favore, per favore, per favore, ti prego di scegliere il percorso più economico e non comprarmi nemmeno un luogo di sepoltura in un cimitero.... Inoltre, non voglio un funerale militare. Se ci sono guardie del colore o qualcun altro al mio funerale o qualunque cosa tu abbia, ti perseguiterò per sempre. Voglio che Levi continui a giocare a Clash of Clans sul mio account. Sono vicino a Max, ho passato molto tempo a giocare a quel gioco. Anche se pensi che sia stupido, ti chiedo di continuare a suonarlo per me quando puoi e di far sapere ai miei compagni di clan cosa è successo. Il codice di accesso del mio telefono è 111111, quindi sono sei 1 .... Levi prende la mia macchina, avrà bisogno di un cambio d'olio e si rompe/gomme a breve. Per favore, prenditi cura del vecchio rosso. Avrà anche bisogno di essere ripulito perché sono uno sciattone. Grazie per essere la migliore famiglia del mondo. Veglierò su tutti voi e vi prego di prendere in considerazione i miei ultimi desideri. Non fare qualcosa che non voglio. Ricorda solo che non voglio un funerale militare come i nonni. Sono i miei ultimi desideri e gli ultimi diritti. Sono con il signore ora. -Guarda, mi dispiace tutti per la scelta che ho fatto. È sbagliato e lo sappiamo tutti.
13 novembre 2015

Zac Easter ha mandato un messaggio alla sua ragazza poco prima delle 10 del mattino.

Puoi chiamarmi quando esci dalla classe? Sono in acqua calda in questo momento e non so cosa fare



Digitava mentre guidava, tessendo Old Red, la sua Mazda3 rosso ciliegia del 2008 lungo gli ampi viali suburbani di West Des Moines. Era già sveglio da ore, da ben prima dell'alba. Alle 5:40, ha scritto ad Ali delle scuse: scusa per ieri sera. Poi ha iniziato a bere. Ormai era di merda e girava per i sobborghi. Ha chiamato non appena è uscita dalla classe, e lui stava farfugliando le sue parole. Alì aveva paura. Lo voleva fuori strada. Lo ha convinto a scendere in un parcheggio di una stazione di servizio, e poi ha riattaccato.



Non andartene, ha risposto alle 11:27.



Ali Epperson era a circa 700 miglia di distanza, al suo corso di diritto contrattuale alla Case Western Reserve University School of Law di Cleveland. In termini calcistici, Zac aveva superato la sua copertura: Ali era un'ex cheerleader ma non una principessa vacante. Aveva un diamante nella narice sinistra e uno spirito da coltello. Erano un paio di scrapper i cui bordi frastagliati combaciavano. Zac amava Trump; ne conservava una copia Trump: l'arte dell'accordo nella sua camera da letto. Ali era un progressista in erba: uno studente del primo anno di una buona scuola di legge che aveva fatto il tirocinio nell'ufficio di Washington del senatore Tom Harkin. Erano solo amici al liceo; era solita tagliare la lezione di musica della quarta ora per stare con Zac. Dopo essersi diplomati, sono diventati più che amici.

A volte la chiamava Winslow, il suo secondo nome, e solo Winslow conosceva l'intera portata delle lotte di Zac nei cinque anni e mezzo trascorsi dal liceo: i tremiti cerebrali che sembravano tuoni all'interno del suo cranio, gli improvvisi vuoti di memoria in cui lui' d dimenticare dove stava guidando o perché stava girando per il negozio di ferramenta, i medici che gli hanno detto che la sua mente potrebbe essere fatta a pezzi da tutte le commozioni cerebrali del calcio. Sapeva delle droghe e del bere che stava facendo per farcela. Sapeva degli sbalzi d'umore, enormi e polverizzanti, del lento affievolirsi della sua speranza.