I blog conservatori sono davvero interessati a questa storia di sandwich razzista che non è nemmeno reale

uff.

I blog conservatori stanno vivendo una giornata campale con una storia virale su un burro di arachidi razzista e un sandwich di gelatina. Nell'ultimo mese, diversi organi di stampa si sono lamentati di un preside di una scuola pubblica K-8 a Portland che sembrava dichiarare che l'alimento base del pranzo al sacco americano non viene mangiato in tutto il mondo, ed è quindi razzista. Ecco un esempio da un sito chiamato L'insider politico , che ieri ha pubblicato una storia:

Con così tanti problemi politicamente corretti ora, viviamo in una società in cui anche il CIBO può essere considerato razzista. Non sto scherzando!



La preside Verenice Guiterrez, che certamente ha votato per Obama [ Ed. nota: Lolol ], gestisce la Harvey Scott School (K-8) a Portland, Oregon. E ha annunciato che i panini con burro di arachidi e gelatina sono razzisti!



Perché? Perché, come ha spiegato il preside Guiterrez, questo sforzo è stato fatto per migliorare l'istruzione degli studenti di colore. Ha notato che alcuni studenti, come quelli del Messico o della Somalia, non hanno mangiato pane nella loro cultura. Invece, mangiano pita, tortas e altri sostituti del pane.



Che è un'affermazione oltraggiosa e esagerata, tanto mal pensata quanto inarticolata. Solo uno tiiiiny problema: il preside non l'ha mai detto.

L'immagine può contenere Michelle Obama Human Person Vehicle Transportation Automobile Car e testo

La storia è tratta da un articolo del 2012 (ripeto, un articolo del 2012) in Tribuna di Portland sull'equità della scuola pubblica. L'apertura recita: