Tutto quello che avresti sempre voluto sapere sul tuo pene

Dalle dimensioni del tuo pene alla sua forma per mantenerlo sano, la guida definitiva di Tinews alla tua parte maschile definitiva

1. Non saprai mai la verità sul tuo pene finché non lo chiedi alle tue ex amiche

Poniti una domanda: quanto conosci davvero il tuo pene? Abbastanza bene, scommetto che diresti. Ma chiedilo in un modo diverso: cosa direbbe un revisore del pene? In un mondo di 3,5 miliardi di peni, come si accumula il mio?

Ho pensato (come: forse troppo) a come si potrebbero scoprire le risposte a questi misteri essenziali. E mi sono reso conto di conoscere un certo numero di revisori del pene: si chiamano ex fidanzate. Fortunatamente, il mio è un gruppo schietto e impertinente. Risulta, erano più che felici di assecondare la mia curiosità. La verità non è sempre stata quella che volevo sentire.



Illustrazione di Luc Melanson

Illustrazione di: Luc Melanson



va bene che gli uomini piangano?



Il tuo uccello non è esattamente piccolo, ha detto L., un illustratore di Chicago. (Le identità dei revisori del pene sono state cambiate a beneficio di tutti.) È un po' più corto, ma è spesso e fa il suo lavoro. L. mi ha detto che la maggior parte dei cazzi che aveva visto rientrava in un intervallo medio generale, con alcuni valori anomali memorabili. C'era il combattente MMA con cui aveva frequentato che aveva un cazzo che era una cosa mostruosa e venosa. Il ragazzo era una specie di idiota. La sua eccessiva sicurezza ha funzionato in situazioni sessuali, mi ha detto, ma non in una relazione a lungo termine.

'La prima erezione che ho visto non era mia, purtroppo. C'era un tipo particolarmente pavoneggiato che gli avrebbe semplicemente dato una sberla in giro per il dormitorio. Era molto pre-sessuale, e mi sentivo vagamente annoiato.'



—Ed Weeks, Il progetto Mindy

Le dimensioni, ovviamente, erano la mia principale area di interesse. Ma mi sono presto resa conto di quanto possano essere sfumati e strutturati i sentimenti di una donna riguardo al pene. Le mie palle, cominciò L., erano di dimensioni normali. Aspetta, ho detto. Ci sono molti ragazzi con palle di dimensioni anormali? Sì, ha detto. Ha frequentato un ragazzo i cui cojones erano così grandi che erano fondamentalmente una curiosità scientifica. Un'altra cosa a mio favore: il mio angolo era dritto. L. ha detto che era uscita con i boomerang, ragazzi con i cazzi a forma di banana di traverso. Il problema lì: colpire il suo punto G. Ma quello che le piaceva di più del mio cazzo, disse, era il suo livello di fermezza. Le ho detto che non capivo. Ha spiegato pazientemente che c'erano cazzi morbidi, anche al loro massimo. Allo stesso modo, ce n'erano alcuni che erano troppo difficili: aveva frequentato un ragazzo il cui cazzo era come un pennarello magico. Il sesso con lui era come essere sondati dagli alieni, ha detto. La mia mente è stata sconvolta.

Cosa hanno detto le altre ragazze del tuo uccello? Questa è stata la prima cosa che mi ha chiesto S., un insegnante di Kansas City, Missouri. Le ho detto che non volevo contaminare il suo pensiero. Bene, ha detto, sei più piccolo della media, ma hai una circonferenza. I miei amici ti chiamavano Girth Brooks.

Ecco qualcos'altro che ho imparato. Non solo le donne hanno algoritmi complicati per la valutazione del pene. Apparentemente evocano anche soprannomi legati al cazzo per tutti i tizi che i loro amici frequentano. Ho premuto S.: Quanto è piccolo il mio uccello, esattamente? A questo punto, suo marito è tornato a casa con i loro bambini e l'ho sentita dirgli: No, sono Davy. Ti ricordi di Davy. Vuole sapere quanto è grande il suo cazzo rispetto agli altri ragazzi con cui ho dormito.

come fa Matt Stone a rimanere in forma?

Senti, dovrei andare, mi ha detto. Ma il tuo uccello sta benissimo.

Speravo che K., un editore di Houston, potesse sistemare le cose per me quando si trattava di come mi sono davvero misurato. Ci eravamo frequentati più di dieci anni fa, ma sapevo che si considerava una pazza per i ragazzi. Nella mia vita, ha spiegato, ho visto probabilmente un centinaio di cazzi. E dove, ho chiesto, il mio grado? Con 1 come il più piccolo e 100 il più grande? Entreresti a 33 anni. Quindi finalmente ce l'ho fatta: su ogni tre ragazzi seduti al bar accanto a me, due avevano il cazzo più grande del mio e uno aveva un cazzo più piccolo. Giusto.

Se il mio uccello stava perfettamente bene, ho chiesto, ce ne sono stati così piccoli da non esserlo? K. iniziò a raccontarmi di un ragazzo che era stato il suo ragazzo. Il suo uccello era in miniatura, ha detto. Andare giù su di lui era come succhiarmi il pollice. Tante volte ho pensato, oh mio Dio, questo è quello che devo aspettarmi per il resto della mia vita? Era come avere un mignolo dentro di me.