Recensione di The Evil Within 2: i giochi horror dovrebbero essere difficili?

'The Evil Within 2' è il più grande gioco horror uscito in tempo per Halloween. Quindi quanto è spaventoso? Dipende da quanto difficili rendi le cose.

Joshua Rivera, giocatore adulto: È metà ottobre, il periodo dell'anno in cui è opportuno cercare di spaventarsi a morte per risate e ah ah, una cosa eccezionalmente divertente da fare con i videogiochi. Mentre ottimi giochi horror vengono rilasciati tutto l'anno ( Resident Evil 7 era assolutamente incredibile ed è uscito a gennaio), di solito c'è almeno qualcosa nuovo nell'orrore che si avvicina ad Halloween, e quest'anno è Il male dentro 2 . Come la maggior parte dei sequel di videogiochi, non sottolineare che è un sequel, sappi solo qual è il gancio: un gioco in cui tu, un poliziotto di nome Sebastian Castellanos, ti colleghi a una versione spaventosa di Matrix per salvare tua figlia per ragioni che non lo fanno Non ha assolutamente senso, ma crea cose davvero incasinate. È fantastico, per la maggior parte. Per aiutare a spiegare perché, ho chiamato Scott Meslow, un caro amico che probabilmente farà troppi giochi di parole quando tutto questo sarà finito.

Scott Meslow, esperto di fantasmi di Tinews: BOO! Sono io, Spaventa Hellslow. [ NdR: JFC Scott... ]



Josh, sono contento che tu abbia tirato fuori la trama di Il male dentro 2 primo, perché è la cosa più complicata e meno interessante del gioco. Se stai guardando il 2 alla fine di quel titolo e ti senti nervoso, non preoccuparti. non ho giocato Il male dentro . Ho appena sfogliato un riassunto della trama di Wikipedia del primo gioco (e francamente, anche quello non è stato molto utile).

Ma nessuna di quelle strane cose da poliziotto collegato a Matrix è così rilevante una volta che sei effettivamente, sai, collegato a Matrix. Sebastian, tecnicamente una proiezione psichica di Sebastian, ma a chi importa?, trascorre la maggior parte del gioco in un'idilliaca cittadina chiamata Union. È un posto la cui allegra atmosfera americana è in qualche modo indebolita dalle pile di cadaveri e creature terrificanti che si aggirano intorno. È anche un parco giochi ideale per divertirsi con l'impressionante e sempre crescente bagaglio di trucchi di Sebastian, e mentre il gioco ti spinge a trovare sua figlia, ci sono un sacco di interessanti aree secondarie da esplorare.

Giosuè: Sì, come il gioco di parole di Scott sul suo stesso nome, è un sacco di mumbo jumbo, ma essenzialmente il nucleo è semplice, grande roba horror: esplora una città spettrale e cerca di trovare tua figlia. C'è una grande enfasi su esplorando , anche, più della maggior parte dei giochi horror, Il male dentro 2 ti dà molto tempo per vagare per spazi grandi e aperti e soprattutto (ma non del tutto) ti tiene fuori da corridoi inquietanti e case infestate. Esplorare riesce ad essere in abbondanza anche raccapricciante, dal momento che la maggior parte dei mostri di Union ha distinti suoni —alcuni ridono, altri ansimano o grugniscono—e dopo un breve periodo di gioco, imparerai esattamente quale suono fa ogni cosa orribile e arriverai a temerli molto prima di vederli. Ma c'è anche dell'altro qui: ti stanno dando la caccia. O schernito. Possibilmente giocato con.

Scott: So che abbiamo descritto Il male dentro 2 come un riff su La matrice , ma una volta che entri in Union, è più come L'ultimo di noi incrociato con le NBC Annibale . Sebastian è periodicamente perseguitato e tormentato da Stefano, un furbo che va in giro pontificando sull'arte che crea, che sono, ovviamente, cadaveri umani in vari stati di riposo. quando Il male dentro 2 fa paura, in genere è perché Stefano ti sta fottendo. Le paure sono sceneggiate, ma sono piuttosto efficaci. (E non ho intenzione di rovinare i migliori qui!)