Game of Thrones Stagione 7 Episodio 2 Riepilogo: Verità o conseguenze

Mentre Daenerys e Cersei radunano i loro alleati, Game of Thrones arriva fino alla sua prima stagione per mostrare come il passato può determinare il futuro.

Questa settimana week Game of Thrones si apre con un richiamo al passato. Mentre Daenerys si stabilisce nei suoi nuovi scavi a Roccia del Drago, lo stesso castello in cui è nata, l'isola viene devastata da una feroce tempesta. Tyrion, il cui cervello non smette mai di agitarsi, non può resistere a sollevare il parallelo. 'In una notte come questa, sei venuto al mondo', riflette mentre guardano insieme la tempesta in tempesta.

Daenerys nata dalla tempesta. Prima di tutti i titoli che Daenerys si è guadagnata nel corso di Game of Thrones —Unburnt, Mother of Dragons, Breaker of Chains—c'è 'stormborn', che le è stato conferito da bambina, quando sua madre l'ha partorita durante quella che alcuni hanno descritto la tempesta più feroce che Westeros abbia mai visto.



Questa immagine può contenere Ed Sheeran, Human, Person, Face e Armor

di Ed Sheeran Game of Thrones Il cameo era il peggior tipo di cameo

Pensando ad alta voce al cameo di celebrità più distratto in Game of Thrones storia.

DiScott Meslonel

Nel bene e nel male, il titolo 'stormborn' è una parte fondamentale della leggenda in continua crescita di Daenerys; proprio come gli alleati possono trasformare 'nato dalla tempesta' come resilienza, i nemici possono trasformarlo in caos. È lo stesso paradosso che ha salutato la grande cometa rossa apparsa su Westeros nella seconda stagione, che è stato interpretato, a seconda di chi lo chiedevi, come un tributo alla sanguinosa vittoria di Robb Stark contro i Lannister, o un segno che i Lannister sarebbero risorti trionfo. Forse quella tempesta incredibilmente potente era inviato dagli dei, preannunciando la nascita di un bambino che un giorno sarebbe stata lei stessa incredibilmente potente. O forse era solo un brutto tempo molto tempestivo.

O, per dirla in un altro modo: le cose accadono, ma il senso di quelle cose è sempre in discussione. E Westeros è una terra con una lunga memoria. Le persone ottengono il merito per le azioni (o la colpa per i misfatti) dei loro padri, o dei padri di un padre, o degli antenati che sono nati secoli prima di chiunque sia vivo a Westeros ora. Una singola azione può definire in modo permanente l'eredità di una persona o di una famiglia finché ci sono persone per raccontare storie e maestri per scriverle.

Ma per tutti Game of Thrones ' ossessioni per l'eredità, il presente diventa più importante con ogni episodio. Ed è per questo che è così significativo che così tanti personaggi stiano iniziando a vedere le conseguenze delle decisioni che hanno preso tanto tempo fa (e in alcuni casi, proprio all'inizio della serie). La settima stagione si sta muovendo con sorprendente velocità, poiché ogni fazione politica rimanente a Westeros pesa la posta in gioco, che è quasi sempre molto personale e sceglie da che parte stare nella grande guerra a venire.

Ci sono scelte da fare e discussioni da entrambe le parti, perché un singolo passo falso può trasformare un alleato in un nemico. Tyrion mette in guardia Daenerys dall'aggiungere un altro nome alla sua lista di titoli: 'Regina delle ceneri'. Con i suoi draghi, Daenerys potrebbe probabilmente volare ad Approdo del Re e ridurre in cenere l'esercito di Cersei. (E vista la rapidità con cui Euron Greyjoy fa fuori l'esercito di navi di Yara e Theon con un attacco furtivo, Daenerys probabilmente dovrebbero sono stati un po' più veloci sul grilletto.) Ma Daenerys non vuole essere il tipo di regina che governa esclusivamente con l'intimidazione e la forza. Il suo piano è misurato: usare gli Immacolati e i Dothraki per conquistare la fattoria dei Lannister di Castel Granito, e usare gli eserciti di Dornish e Tyrell per mettere in atto un assedio non violento contro Approdo del Re, costringendo Cersei ad arrendersi per non far morire di fame i suoi sudditi.

Quest'ultima parte del piano è destinata al fallimento, ovviamente. (Per prima cosa, a Cersei non frega un cazzo se tutti i suoi sudditi muoiono di fame.) E Cersei, da parte sua, sta già lavorando per mettere le persone contro Daenerys facendo un confronto diretto con la tirannia di suo padre, il Re Folle. 'Sua figlia non è diversa', avverte, suscitando lo spettro degli schiavisti che Daenerys aveva crocifisso a Essos. È lo stesso argomento che Sansa solleva contro Jon Snow rispondendo alla richiesta di alleanza di Daernerys, e per una ragione distintamente personale. 'Hai dimenticato cosa è successo a nostro nonno?' chiede Sansa, citando la crudeltà del Re Folle, morto prima ancora che lei nascesse, come motivo per non fidarsi di sua figlia.