The tinews+A: Colpa del Nat Wolff delle nostre star su come Brad Pitt lo fa piangere

Foto: James Bridges È un po' confortante sapere che The Fault In Our Stars ha creato il proprio cast, ovvero Nat Wolff che interpreta l'esilarante angosciato Isaac, il migliore amico di Gus (Ansel Elgort) e Hazel (Shailene...

L'immagine può contenere Mobili Persona umana Seduta Abbigliamento Abbigliamento Panchina Dating Park Bench and Pants

0-colpa-nelle-nostre-stelle.jpg

È un po' confortante sapere che La colpa delle nostre stelle ha creato il proprio cast, ovvero Nat Wolff che interpreta l'esilarante angosciato Isaac, il migliore amico di Gus (Ansel Elgort) e Hazel (Shailene Woodley) e un altro malato di cancro a causa ovviamente del brutto pianto con il resto di noi. Abbiamo telefonato a Wolff per scoprire cos'altro lo fa tirar su con il naso.




tinews: Allora... La colpa delle nostre stelle , piace, ci ha completamente distrutto .



Nat Wolff: Parte della cosa grandiosa del film, e del libro, è che non è solo strappalacrime. C'è molto umorismo in esso. I personaggi principali, e il mio personaggio, hanno tutti un senso dell'umorismo ironico su tutta la faccenda. È questo che rende il film interessante e non semplicemente un film che fa piangere le persone, sai? Potrebbe effettivamente far piangere ancora di più le persone, perché non è solo un film che è solo, Per favore piangi con me . È un film sulle persone provando sopravvivere, al contrario delle persone melodrammatiche. Si tratta di persone _disperate _di sopravvivere.



Almeno Isaac ci dà il tanto necessario sollievo comico.

** ** Quella è stata una delle parti più difficili che abbia mai interpretato perché bilanciava la realtà con il fatto che, sì, questo film è davvero sconvolgente e ha bisogno di un po' di commedia. Ma la parte difficile è che ho dovuto affrontare la realtà di questo è un vero ragazzo che sta diventando cieco e che viene scaricato dalla sua ragazza. Voglio dire, sono due orribile cose di fila. Ed è così che inizia il film. La parte difficile è stata assicurarsi che non si trasformasse in migliore amico schifoso . Ed è questo che è fantastico del [regista] Josh Boone, e fantastico dell'[autore] John Green, nessuno dei suoi personaggi è così. Sono tutti totalmente realizzati. Ho incontrato un vero ragazzo che era cieco che era stato scaricato dalla sua ragazza mentre stava diventando cieco a 18 anni. E il ragazzo era molto arrabbiato per questo. Volevo rendergli giustizia, sai? Sei così sconvolto guardando il film che quando vengo sullo schermo, si spera, le mie scene sono un po' divertenti. Ma comunque, doveva esserci una realtà, o non sarebbe stato divertente, o sarebbe sembrato insipido.



Hai sentito un'ulteriore pressione nell'interpretare un personaggio che aveva già dei fan?