La guida di Tinews a Los Angeles, la migliore città dello shopping d'America

Cinque giorni di shopping blitz attraverso gli sfarzosi grandi magazzini, le boutique a livello di galleria e i nascondigli alla moda che fanno di Los Angeles il luogo ideale per spendere un po' di soldi.

Regalato un Keepall Louis Vuitton pieno di soldi e un biglietto di andata e ritorno per la città americana di tua scelta per uno shopping sfrenato, non troverai una destinazione migliore di Los Angeles nel 2020. (Una carta di credito con un po' di spazio libero ti basti.) Questo perché la città si è reinventata come capitale mondiale dello stile, questa volta grazie a un gruppo di rivenditori indipendenti completamente nuovi e consolidati che stanno dando un'anima alla scena della moda della città.

Acquistando qui, scoprirai un paesaggio di vendita al dettaglio che si dispiega come un dipinto Bosch. Il più alto degli alti e il più alla moda dei bassi. Vedrai l'arte di qualità blue-chip-gallery. Troverai un paio di pantaloni neri così perfetti che potresti piangere. Vedrai le rivoluzioni di genere nella moda e nella bellezza svolgersi in tempo reale. Sentirai il prezzo di $ 60.900 fluttuare tra le battute di una canzone di Lizzo. Vedrai una skate bowl funzionante in un negozio di skate con servizio di parcheggio e riconsegna auto. Incontrerai alcune celebrità e molti stilisti famosi. Potresti visitare un negozio che era il garage di un regista porno o una villa immaginaria costruita su Melrose. Ti potrebbe essere chiesto di confrontarti con la politica dei consumi. Andrai a Erewhon per pranzo.



La scena dello shopping di Los Angeles è sia sfarzosa e lussuosa, sia grintosa e strana, come la città stessa. Alimentato da una fornitura costante di nuovi prodotti made in L.A. marchi e una classe di celebrità con un nuovo gusto per l'abbigliamento sofisticato, i sostenitori della vendita al dettaglio della città si sono espansi e sono diventati più ambiziosi. Nel frattempo, nuove boutique sono spuntate come fiori di campo in un terreno incolto. Se ripensi a otto o nove anni fa, Los Angeles non era niente, dice Mac Hadar, che gestisce H.Lorenzo, che ha aperto un negozio da uomo autonomo nel 2018 a West Hollywood dopo quasi 40 anni di attività. Ma ultimamente è diventata una delle città più importanti per la moda di oggi, al pari di Parigi.



Ma acquistare l'epica tela che è la vendita al dettaglio di Los Angeles non è così conveniente come fare una passeggiata lungo Madison Avenue a New York City o attraverso il centro commerciale Lenox Square ad Atlanta. Per capire come risolverlo, mi sono imbarcato in un L.A. Tour de Jawnz che mi ha visto percorrere 51,2 miglia nel corso di cinque giorni. La Città degli Angeli non ha deluso.




Guarda ora:

Dentro l'enorme armadio di Von Miller

Arte e Commercio: Parte 1

In questi giorni, entra nella maggior parte dei negozi e puoi sentire lo spettro dell'e-commerce delle dimensioni di Amazon in agguato negli angoli, in attesa di spazzare via il posto. Non tanto nei templi di Los Angeles dei gusti avanzati ed esclusivi, dove l'atmosfera è ancora distintamente pre-internet. Al venerabile Maxfield su Melrose, aperto nel 1969, quasi mi aspettavo che un giovane Christian Slater spuntasse da dietro un rack di felpe, finché non ho realizzato che le felpe erano Off-White.