Come prevedere la stagione elettorale più imprevedibile degli ultimi decenni

Il modello di Nate Silver attualmente offre a Joe Biden le stesse possibilità di battere Donald Trump di Hillary Clinton nel 2016, anche se le condizioni elettorali del 2020 sono quasi l'opposto. In questa intervista, spiega come ci è arrivato.

Dov 'è il modello , Nate ?

Cerca negli angoli oscuri del Twitter elettorale, o almeno nelle menzioni di qualsiasi tweet di Nate Silver, e vedrai persone che chiedono di vedere il suo modello di elezione presidenziale. Pubblicato per la prima volta solo 12 anni fa, è diventato un momento chiave nella copertura della politica elettorale. In effetti, c'è anche un'elezione in corso se Silver non prevede chi le vincerà?



Ora il modello 2020 è arrivato e ha Joe Biden come probabile vincitore del 71%, quasi esattamente lo stesso del numero di Hillary Clinton in questo momento nel 2016. Ma tutto il resto è cambiato: non solo c'è il fatto ovvio che siamo correndo verso un'elezione con una furiosa pandemia, ampie proteste per la giustizia razziale e tremendi sconvolgimenti economici, ma il mondo dei sondaggi e della scienza dei dati sta affrontando un serio esame dopo aver previsto il vincitore sbagliato nel 2016. , il modello 538 era più ottimista sulle possibilità di Trump rispetto sia ai media tradizionali che a molti dei suoi colleghi.)



Anche quest'anno il modello 538 si trova in contrasto con alcune parti del mondo dell'analisi politica. Un grande concorrente, L'economista , dà Biden probabilità significativamente più alte di prendere la presidenza: l'89%. Quando ho chiesto a Silver della divergenza, ha spiegato che, curiosamente, le nostre previsioni per il giorno delle elezioni assomigliano molto a L'economista la previsione. Penso che sarebbe il 97% del voto popolare. Novantadue per cento Collegio elettorale. La differenza, secondo Silver, è come 538 affronta il fatto che mancano ancora poco meno di tre mesi al giorno delle elezioni. Mentre Silver ammette che i sondaggi finora sono stati incredibilmente coerenti—penso che siano stati letteralmente i più stabili che una media dei sondaggi sia mai stata—ammette che la stabilità predice la stabilità debolmente. Come prova, sottolinea che la media dei sondaggi delle primarie democratiche è stata incredibilmente stabile per mesi e mesi e, all'improvviso, Biden crolla dopo l'Iowa e poi si alza più velocemente di qualsiasi altro candidato nella storia dopo la Carolina del Sud.



Metti tutto insieme e Silver vedrà una gara in cui se Biden passasse da 70 a 92 nel corso di un paio di mesi, non mi sorprenderebbe. La maggior parte dell'incertezza in questo momento è dovuta al fatto che è agosto e sia i dati economici che il ciclo delle notizie sono folli. Ma ci sono meno cose che potrebbero prevedere un'incredibile incertezza nel giorno delle elezioni stesso. Ciò è in contrasto con il 2016, dove le condizioni sociali erano relativamente calme e gran parte dell'incertezza nel modello di Silver derivava dall'elevato numero di elettori indecisi e forti candidati di terze parti.

La dicotomia tra le due elezioni coglie i punti di forza e le sfide della modellazione dei risultati delle elezioni presidenziali. Da un lato, è possibile prendere due serie di circostanze molto diverse, sintetizzarle e sputare un numero che consente a un elettore nervoso di confrontare le possibilità di Joe Biden con quelle di Hillary Clinton. Ma questo appiattisce anche il contesto di quelle elezioni. Il duemilasedici è stata una corsa instabile in un mondo relativamente normale: i sondaggi andavano e venivano, con persone che cambiavano idea fino all'ultimo minuto possibile. Queste elezioni sono state straordinariamente stabili, anche se il mondo sembra nel caos. Alcuni modellisti lo calcolano come un segno che la gara rimarrà in questo modo. Silver non è convinto: diamine, anche nel 2016, sottolinea, non era così pazzo come alcune altre gare recenti, come il 1988, dove Dukakis è passato da 10 punti di vantaggio a perdere quasi 10, o '92, dove Perot ottiene dentro e fuori la gara e le cose vanno in tilt. Duemilasedici era in realtà piuttosto nella media in qualche modo.