Come Michael Sheen si è preparato a interpretare il ruolo del perfetto robot barista dei passeggeri

L'attore spiega anche cosa avrebbe fatto il suo personaggio per 120 anni se Chris Pratt non si fosse svegliato.

La campagna di marketing per Passeggeri ha fatto affidamento quasi interamente sul potere combinato di Chris Pratt e Jennifer Lawrence, forse comprensibilmente, dal momento che sono probabilmente le due più grandi star del cinema del pianeta. Ma se lasci che il tuo sguardo scorra lungo l'elenco del cast, individuerai il loro co-protagonista estremamente simpatico e estremamente capace: Michael Sheen, il camaleontico britannico che ha recentemente concluso il suo mandato come star del Maestri del sesso .

La filmografia di Sheen è ricca di ruoli che mettono in mostra la sua gamma inquietante, ma Passeggeri presentato una sfida unica. Il personaggio di Sheen, Arthur, è un barista robot incaricato di servire come alleato e confidente sia di Pratt che di Lawrence mentre affrontano un isolamento quasi totale in un viaggio di 120 anni attraverso lo spazio. Come se l'è cavata Sheen? Continuare a leggere.



i migliori posti dove stare a Lake Tahoe durante l'inverno?

Come ti concentri sulla sfida davvero unica di interpretare un avvincente barista robot tridimensionale?
Quello di cui abbiamo parlato in origine era l'idea che Arthur sarebbe stato creato e programmato per essere il barista perfetto. Questo è il suo lavoro. In un ambiente normale, ci sarebbero centinaia o migliaia di persone su questa astronave, e lui sarebbe il barista perfetto per tutti di loro. E in queste circostanze, lavora per una persona. Così diventa il barista perfetto per Jim . Tecnicamente è molto bravo a fare drink, ma deve essere in grado di ascoltare, dare consigli, essere un amico, tutto quel genere di cose. Questo era il punto di partenza: qual è la sua funzione. E poi cerca di adattarsi, perché vuole compiacere. Vuole rendere felice il suo cliente. Volendo compiacere Jim il più possibile e cercando di imparare cosa rende Jim felice.



L'immagine può contenere: Chris Pratt, viso, umano, persona e testa

Chris Pratt sta facendo uno scherzo lungo, sottile ed eccellente a Jennifer Lawrence

La parte migliore è che potrebbe non saperlo mai.

Come attore, cosa ha comportato il processo di interpretare un personaggio così non convenzionale scena per scena?
Volevo concentrarmi su due cose. Uno: per non dimenticare mai che è un computer, essenzialmente. Volevo che ci fosse qualcosa che non fosse del tutto... umano in lui. Ma allo stesso tempo, volevo che si sforzasse costantemente di diventare più umano... piace . Questa era la sfida. Non voglio che sia freddo in alcun modo, o robotico in quel senso. Quindi l'ho pensato come Pinocchio, in un certo senso. Vuole essere un ragazzo vero. Inizia a sviluppare qualità umane perché impara da Jim e Aurora. Ha iniziato a sentirsi come se fossero sua madre e suo padre, in un certo senso. E non gli piace quando litigano tra loro, come un bambino nella loro relazione.

Cosa puoi dirmi delle sfide tecniche del ruolo?
Ho cercato di assicurarmi che non ci fosse mai alcun movimento estraneo. Per cercare di dare il senso dell'economia di una macchina, ma con il calore e la vulnerabilità di un essere umano. Stavo cercando di combinare queste due cose, e questa era la sfida. Ed essere sul rig che è stato costruito per me è stato piuttosto stancante, e dopo un po' è diventato un po' doloroso. Praticamente mi sono seduto su un sedile di bicicletta, con le ginocchiere su cui mi sono inginocchiato. Ed ero legato a un palo di metallo sul retro. E quella era su un binario tutto computerizzato. Quando mi sono spostato, è stato molto veloce, quindi dovevo essere su questa barra di metallo in modo da non scuotermi quando mi sono fermato. Il solo fatto di stare in quell'aggeggio tutto il giorno era piuttosto faticoso.



La stragrande maggioranza di Passeggeri è costruito attorno a soli tre attori: Chris Pratt, Jennifer Lawrence e te. Come hai sviluppato il rapporto richiesto per un film con un cast così piccolo?
[Quando leggo Passeggeri ] Ho pensato, 'Ha bisogno delle persone giuste.' E quando ho saputo che erano Chris e Jen a interpretare quei personaggi, aveva perfettamente senso, davvero. Non riesco a pensare a due persone più simpatiche e riconoscibili da guardare sullo schermo in qualcosa del genere. E molto fortunatamente, dal primo momento in cui ci siamo incontrati, siamo andati molto, molto d'accordo. Per due persone che sono due delle più grandi star dei film al mondo, sono molto prive di ego. Persone molto, molto semplici e con i piedi per terra con cui lavorare. E noi tre abbiamo un senso dell'umorismo molto simile, che è diventato piuttosto problematico man mano che andavamo avanti. Poiché eravamo solo noi tre per la maggior parte del tempo, ha accelerato le battute e le relazioni tra di noi. Poteva andare diversamente. Se noi non l'ho fatto come l'altro, avremmo odiato reciprocamente molto rapidamente. Invece, ci siamo fatti una tale risata che è diventato difficile per [il regista Morton Tyldum] trattenerci e convincerci a fare un po' di lavoro.

«La pensavo come Pinocchio, in un certo senso. Vuole essere un ragazzo vero.'

Sia Jim che Aurora si affidano ad Arthur come loro cassa di risonanza principale dopo che la loro relazione ha subito un duro colpo. Quando stai combattendo con l'unico altro umano rimasto, non può essere facile non avere nessuno con cui parlare se non un robot mite.
Esattamente . Penso che entrambi, in momenti diversi, debbano affrontare il fatto che gli venga ricordato che Arthur non è un umano. In realtà è più simile a un tostapane molto sofisticato. E questo li colpisce di tanto in tanto, perché c'è qualcosa di strano in Arthur. Sembra così vivo, eppure non lo è. Dev'essere abbastanza strano, ma loro... fare ritrovarsi a dipendere da lui. È una vera specie di storia di Robinson Crusoe, non è vero? L'uomo solo sull'isola e il suo uomo venerdì. Ma esce da quel tropo non appena Aurora è in giro, e diventa Kramer contro Kramer . [E mentre il film continuava], volevamo giocare con l'idea che il pubblico si fosse in qualche modo affezionato ad Arthur, e si fosse in qualche modo dimenticato che fosse un robot. Poi, alcune cose ti ricordano quanto sia veramente alieno, e diventa piuttosto scioccante, quando inizia a non funzionare correttamente e la sua testa va giù al bar. È scioccante per come disumano la risposta è. Penso che sia ciò che lo fa funzionare. Questa è la ricompensa per interpretarlo come un personaggio caloroso, riconoscibile, divertente e vulnerabile, quando improvvisamente fa quelle cose molto simili a un robot.