Come Puerto Rico è diventato il più nuovo paradiso fiscale per i super ricchi

Grazie all'Atto 22, il 51° stato è diventato un parco giochi per americani ricchi e pazzi che cercano di risparmiare denaro, purché stiano bene tagliando i legami con la terraferma.

La festa conosciuta come Cocktails and Compliance —così chiamato per mescolare l'alcol con la consulenza fiscale—è stato lanciato un venerdì sera di maggio, in un magazzino trasformato in galleria d'arte nella Vecchia San Juan. L'ospite aveva tenuto riservata la sua lista degli ospiti: conteneva i nomi di centinaia di americani ultra ricchi del continente che si erano trasferiti a Porto Rico per evitare di pagare le tasse, la maggior parte dei quali era riluttante a pubblicizzare questo fatto. Più di 1.500 continentali hanno stabilito la residenza qui dal 2012, quando l'isola si è ribattezzata come un paradiso fiscale e l'annuale Cocktails è al centro del loro calendario sociale.

A un tavolo alto, mentre lucidava un bourbon con ghiaccio, sedeva un uomo compatto sulla sessantina che indossava una maglietta nera e mocassini di camoscio neri, senza calze. Questo era Mark Gold, il boss nato in Florida delle contestazioni sui biglietti stradali. Gold ha frequentato Cocktails and Compliance ogni anno da quando si è trasferito a Porto Rico nel 2016. Stavo guardando diversi paradisi fiscali, ha detto, Andorra, Lichtenstein, Monaco. Ma il problema è che devi rinunciare al tuo passaporto americano. Quando ne ho sentito parlare, era troppo bello per essere vero. Ma è reale. Vivo in paradiso. Vivo al Ritz-Carlton. Porto la mia golf cart al beach club per colazione. Poi vado alla mia lezione di yoga al tramonto sulla spiaggia.



qual è il miglior giocattolo del sesso per le donne?

Un cameriere si è offerto di sostituire il suo drink. Perchè no? disse Oro.



Erano passati solo sette mesi da quando l'uragano Maria aveva devastato la rete elettrica dell'isola e un mese era rimasto fino al ritorno della stagione degli uragani. Una stima attendibile ha posto il bilancio delle vittime a 4.600; Secondo quanto riferito, 11.000 erano ancora privi di elettricità. I residenti stavano facendo la doccia con pentole e bicchieri di plastica. A Manhattan, un giudice federale stava cercando di mediare tra i vari hedge fund che detenevano miliardi di dollari del debito dell'isola. Ogni tanto il governatore istruito dal MIT andava in televisione per esaltare le virtù dell'austerità.



A San Juan, il recupero era stato notevolmente irregolare. Centri commerciali nuovi di zecca confinavano con hotel che sembravano incendiati; i semafori fissavano la strada con gli occhi spenti; La FEMA stava trasportando i soccorsi dal lungomare alle aree di sosta. All'interno di Cocktails and Compliance, tuttavia, l'atmosfera ricordava le conseguenze non di un disastro naturale ma di una convention aziendale, con persone che di solito si vedevano durante il giorno soccombendo gradualmente all'alcol e alle luci soffuse.

Dalla stazione di servizio, gli ospiti erano entrati in un montacarichi con il tappeto rosso, dove i baristi versavano loro la sangria. C'erano delle ragioni per fare un brindisi. Nel 2012, Porto Rico aveva approvato due leggi intese a rendere l'isola una destinazione di investimento globale. L'Atto 20 consente alle società che esportano servizi dall'isola di pagare solo il 4% di tasse. L'Atto 22 va molto oltre: rende Porto Rico l'unico posto sul suolo degli Stati Uniti in cui il reddito personale derivante da plusvalenze, interessi e dividendi non è tassato.



Per qualificarsi per l'Atto 22, gli individui devono dimostrare all'IRS di essere diventati residenti in buona fede di Porto Rico, senza stretti contatti sulla terraferma. (La maggior parte dei portoricani nativi non ha diritto all'esenzione.) Alla festa, ho sentito di un uomo che aveva perso il suo status di esentasse perché l'IRS aveva fumato una moglie a Dallas. Ho chiesto a Gold, 63 anni, se sua moglie si fosse trasferita con lui. Ora, è qui che entra in gioco la merda del personaggio colorato, ha detto. La mia terza moglie, ha 25 anni. Era al college. Le ho detto: 'Babe, devi andare al college a Porto Rico, mi dispiace davvero. Abbiamo questa opportunità che io non può passare. Puoi restare se vuoi, ma se rimani, dobbiamo divorziare.'