L'improbabile ascesa di Norman Reedus di The Walking Dead

Un outsider per tutta la vita, Reedus è diventato il protagonista più improbabile della TV interpretando un tenero redneck che lancia balestre, cavalca un elicottero e mangia uno scoiattolo in The Walking Dead. E anche questo è abbastanza abbottonato per questo artista trasgressivo di 46 anni e abitante del centro cittadino.

È il giorno più caldo finora quest'anno, umido aderente alla tua maglietta, e Norman Reedus sta per entrare nel Museum of Sex di Manhattan indossando un Wookiee in testa. Guardando l'edificio dal marciapiede, Reedus alza lo sguardo da sotto il berretto da baseball con lo stemma di Chewbacca, cercando di rinfrescare la sua memoria. 'Sono abbastanza sicuro di aver girato una scena d'amore sporca con Emmanuelle Béart qui in un appartamento al piano di sopra', riflette, 'molto tempo fa'. È appena arrivato da Chinatown, dove ha vissuto negli ultimi 16 anni. Per Reedus, uno di quegli abitanti del centro che raramente si avventurano sopra Houston Street, la posizione sulla 27a strada di MoSex deve sembrare lo Yukon. Questo fine settimana è in una breve pausa dalle riprese Il morto che cammina fuori Atlanta, dove ha trascorso cinque stagioni nei panni di Daryl Dixon, ragazzo di campagna strabico e stoico armato di balestra e elicottero. È a circa un terzo della stagione 6 (che debutterà l'11 ottobre) e non vede l'ora di tornare a sud.

Reedus è un vero insider di un outsider, un poliedrico artistico itinerante - scultore, pittore, fotografo, attore, regista e modella riluttante - che ha sfruttato un CV pieno di dozzine di film cupi (e poco visti) in un ruolo importante in un Programma televisivo con 14 milioni di telespettatori a settimana. Se l'opera decisamente piegata di Reedus assomiglia a qualcuna del passato, potrebbe essere quella di Dennis Hopper, che includeva progetti convenzionali, film sperimentali, collaborazioni con Warhol, persino un servizio fotografico per cui ha diretto Hustler . Un quarto di secolo in una carriera di attore accidentale, Reedus è entrato nel mainstream alle sue condizioni. È un protagonista, persino un sex symbol, e la più grande attrazione per il dramma più popolare della TV, ma difficilmente una star del cinema. E per ora, potrebbe bastare.



Mentre entriamo nel negozio di articoli da regalo, un giovane lavoratore del MoSex si avvicina per chiedere se Reedus viene da 'quello spettacolo, Il morto che cammina .' Da quel momento in poi, è come se uno sciame di non morti fosse sceso sul povero Daryl.



'Ooh, posso avere una foto?'



Dalla redazione di Dettagli

'Oh mio Dio, io amo Santi di Boondock !'



'Uhm. . . possiamo prenderne un altro?'

Dopo una dozzina di selfie da urlo, scappiamo su per le scale per iniziare il nostro tour. Mentre osserviamo le raffinate esibizioni della copulazione color seppia, Reedus mi dice che non si considera un conoscitore dell'erotismo, nonostante l'aperta sessualità di gran parte della sua arte, ma possiede una copia di quello che crede essere il primo film pornografico mai realizzato. 'Sono tutte riprese in bianco e nero, mosse', dice, aggiungendo, con un sorriso malizioso, 'un sacco di cespugli'. I dintorni ispirano una conversazione sui registi trasgressivi Jack Smith, Kenneth Anger, Gaspar Noé e Asia Argento (Reedus afferma di aver frequentato l'attrice-regista anni fa), nonché una rivelazione di Reedus: preferirebbe filmare un intero -monty scena di sesso di dover piangere sulla macchina fotografica.

Al piano successivo, cinque tende costituiscono un campeggio interattivo che pretende di rivelare le complessità della sessualità umana. Un rifugio simile a una cabina consente ai visitatori di esplorare se stessi davanti a una serie caleidoscopica di 65 specchi. 'Esplorare me stesso? Di solito ci vogliono circa sei minuti', sbottò Reedus, prima di entrare nel Tardis di questo narcisista. Due minuti dopo esce, chiamando l'esperienza ' Kim Kardashian è un sogno bagnato.'

Un volo su, è affascinato da un paio di RealDolls completamente nude e mi porge il suo iPhone così posso sparargli mentre alza due pollici, in stile Terry Richardson. Quando gli dico che siamo proprio vicino all'attrazione principale di MoSex, un castello gonfiabile pieno di giganteschi seni gonfiabili, propone, per nulla imbarazzato, 'Dobbiamo farlo. Intendo, Dai !' Il suo entusiasmo si trasforma in esasperazione quando, dopo una fila di 10 minuti, vede un ragazzo che sta girando un video nella nostra direzione. Reedus ha un ottimo radar; è felice di accogliere i fan, ma può intuire chi se ne sta approfittando. Rimbalziamo, ma non sulle tette gonfiabili, cercando rifugio al piano di sotto nella caffetteria del museo.