La luce di Los Angeles

La famiglia, gli amici e altri artisti ricordano il rapper e attivista tragicamente ucciso.

Dietro una gastronomia sul tratto più trafficato di Crenshaw, Nipsey Hussle è dipinto su un muro di un vicolo, nei toni del verga d'oro e del cremisi. Non è certo un'anomalia. In tutto il sud di Los Angeles, lo spettro di Hussle si trova dappertutto: nelle vetrine dei negozi, all'interno di gallerie e caffetterie, lungo le autostrade.

Ermias Joseph Asghedom è stato ucciso a colpi di arma da fuoco fuori dal suo negozio di abbigliamento il 31 marzo 2019. Sono seguite settimane di titoli e ricordi. Era profondamente impegnato a modellare il suo cappuccio come desiderava quando correva per queste strade come Neighborhood Nip, ed è ciò che lo ha motivato ad aprire il suo negozio di abbigliamento Marathon nel centro commerciale dove ha trascorso anni a spacciare mixtape, prima di acquistare l'intera striscia. Ecco perché ha aperto Vector90, uno spazio di coworking e incubatore STEM per i giovani dei centri urbani. È per questo che ha sostenuto progetti di abbellimento incentrati sull'arte come Destination Crenshaw e ha contribuito personalmente a rinnovare World on Wheels, la leggendaria pista di pattinaggio su Venice Boulevard che ha parzialmente dato vita all'hip-hop della West Coast. Non era confuso su chi fosse e quale fosse la sua missione, mi dice la sua compagna di vita, Lauren London. Ed è stato l'elevazione di noi, come popolo.



È raro incontrare qualcuno da queste parti che no ha una storia di Hussle, ma la sua impronta è stata di vasta portata: basta chiedere a qualsiasi giovane nero americano o Habesha che vive in ruvide enclavi in ​​tutto il paese cosa intendesse. La morte di Hussle è stata una perdita enorme, le cui profondità sono particolarmente paralizzanti per coloro che lo vedevano non come un rapper o un attivista della comunità, ma come padre, figlio, fratello, amante e amico. Questa è la sua storia, raccontata da chi lo ha conosciuto meglio.




Questa immagine può contenere viso umano persona barba abbigliamento abbigliamento cappotto completo e soprabito

Fotografia di Awol Erizku / Stile di Madeline Weeks / ( Giacca, $ 4,310, di Tom Ford / Orecchini, i suoi)



Samuel Asghedom ( fratello ): Eravamo molto vicini di età. Avevo tre anni quando [i nostri genitori] lo portarono a casa dall'ospedale. Ricorderò sempre, piangeva ogni volta che ero nella stanza, e la mamma entrava e mi sculacciava!

Dawit Asghedom ( padre ): Ermias era molto estroverso. Amava leggere. E sapeva anche chi voleva essere.



Samiel Asghedom: Abbiamo fatto tutto insieme, dal campo estivo al karate. Ci piaceva la stessa merda: Ninja Turtles, Batman, Pogs, basket, calcio, musica, tutto. Andavamo a piedi alla Crenshaw High e [saltavamo] la recinzione e giocavamo a basket. È stato più basso di tutti per un po'. Se perdeva, prendeva il pallone da basket e lo calciava oltre il recinto. Probabilmente abbiamo perso 30 palloni da basket.