Incontra Bryson Tiller, il nuovo eroe a sorpresa dell'R&B

Il 23enne, che inizialmente aveva come obiettivo quello di diventare un designer di videogiochi, ora si sta adattando alle telefonate di Drake e viene paparazzato nella sua auto.

Bryson Tiller si sveglia felice in questi giorni. Il 23enne nativo di Louisville si sente così da quasi un anno: 'Mi sento benissimo. Continua a diventare sempre più grande', dice Tiller della sua ascesa fulminea nell'industria musicale. Ora si ritrova a fare il tutto esaurito nei grandi teatri, seguito dai paparazzi e gomito a gomito con Drake.

Un cantante soul con una capacità tale da essere soprannominato un classico talento R&B, anche se uno che sputa le proprie rime per dare alle sue canzoni un tocco hip-hop, Tiller può far risalire la sua carriera in rapida crescita alla decisione di caricare la sua canzone 'Don' t' alla sua pagina SoundCloud nell'ottobre 2014. Quello che è iniziato come una manciata di ascolti è esploso a oltre 25 milioni di stream nell'anno tra l'uscita della sua canzone di successo e la pubblicazione del suo mixtape più recente, lo scorso autunno T R A P S O U L.



Gli artisti di Marquee hanno iniziato a prenderne atto: in breve tempo, Drake e il superproduttore Timbaland hanno contattato il giovane artista che solo un anno prima aveva dovuto dormire nella sua auto. Tiller alla fine ha respinto l'offerta di Drake di firmare con la sua impronta OVO Sound, il cantante ha invece firmato un accordo con la RCA Records. Ma ottenere l'approvazione del rapper più famoso del mondo è stato monumentale per lui. 'Ancora non ci credo nemmeno', dice. 'Una cosa per cui Drake è noto è la produzione di buona musica di qualità. Riconoscere me e la mia musica era tutto ciò di cui avevo bisogno di sentire da chiunque. Nessuno mi ha potuto dire niente dopo».



quale episodio jax uccide l'argilla?

Se Tiller rimane un po' sconcertato dalla sua ritrovata popolarità, nella prima settimana del 2016, T R A P S O U L ha venduto più di 35.000 album ed è stato trasmesso in streaming oltre 21 milioni di volte, perché la carriera di cantante non era certo un'aspirazione per tutta la vita per lui. Da timido studente delle superiori, Tiller trascorreva la maggior parte del tempo da solo a giocare ai videogiochi nella sua camera da letto; il suo obiettivo principale nella vita era quello di essere un designer di videogiochi. Tiller iniziò ad ascoltare musica più seriamente all'età di quindici anni, grazie a suo zio che lo presentò al 112 ea Omarion. 'Tutti quei super gruppi R&B degli anni '90', ricorda Tiller. 'Quando ho ascoltato per la prima volta l'album di Omarion, ho iniziato ad ascoltarlo ancora e ancora e ho iniziato a imparare a cantare da solo'.



Quando si esibirà, dice Tiller, abiterà il suo alter ego, Pen Griffey. 'Sai come Beyoncé ha Sasha Fierce?'

quanto costerebbe l'appartamento di Frasier

In precedenza aveva cantato sull'autobus della chiesa o per suo fratello minore—'Diceva, 'Ehi, hai una bella voce' e io pensavo, 'Oh, grazie''—ma a sedici anni, Tiller era canticchiando slow jam per le ragazze nel corridoio della scuola o sulla loro segreteria telefonica. 'Rido sempre quando ascolto le mie vecchie cose', dice del suo mixtape di debutto, del 2011 Killer Instinct Vol. 1 , autoprodotto all'età di 17 anni. 'Stavo solo provando troppo allora. Fare troppe armonie e troppe corse e tutte le cose pazze. Rap tutto divertente e animato.'



A quello scopo, T R A P S O U L è un affare notevolmente più essenziale: non ha caratteristiche per gli ospiti e quasi nessun vero gancio. 'Ho solo sentito il bisogno di mantenere le cose più semplici. Meno è meglio', spiega. 'All'inizio volevo che alcuni artisti partecipassero al progetto. Tutti mi dicevano che dovevo restare da solo nel mio primo progetto, e ho iniziato a vedere cosa dicevano.'

calorie bruciate per perdere mezzo chilo

Adattarsi alla sua nuova vita da quasi-celebrità rimane un compito arduo per Tiller. Si definisce 'un tipo timido', uno che è più probabile che sia quel ragazzo nell'angolo di una festa con le sue cuffie apparentemente in zone fuori che chiacchierare con estranei. Quando si esibirà, dice Tiller, abiterà il suo alter ego, Pen Griffey. 'Sai come Beyoncé ha Sasha Fierce?' lui pone. 'Ecco come sono. Quando esco sul palco divento una persona diversa.'

Essere riconosciuti in pubblico è tutto un altro calvario: 'È un po' strano ad essere onesti', dice. 'Ora devo guardare dove vado. Non posso semplicemente indossare qualunque cosa quando esco perché qualcuno potrebbe voler fare una foto. La gente mi scatta delle foto in macchina mentre guido. È pazzesco. A volte lo odio un po'.'

'Mi sento come se stessi ancora definendo chi sono come artista', aggiunge Tiller, che partirà per un tour da headliner alla fine di questo mese e prevede di pubblicare più musica quest'anno. 'Ho un sacco di cose da fare. La gente cerca di cambiare il mio metodo, ma continuerò a farlo nello stesso modo in cui l'ho fatto: entrare nella stanza da solo e fare una canzone.'