Melo, Chris Paul, Wade e LeBron hanno aperto gli ESPY con una dichiarazione su Black Lives

I migliori e più brillanti della NBA usano il loro potere di star per sempre.

Michael Jordan è stata la più grande star che l'NBA abbia mai avuto, ma non ha mai usato quel potere da star per qualcosa di diverso dal capitalismo. E questo rientra nei suoi diritti. Ma considerando il fatto che l'uomo che... notoriamente detto , 'Anche i repubblicani comprano le scarpe' è stata la più grande ispirazione per l'attuale generazione di stelle NBA, penseresti che la prossima generazione avrebbe seguito il suo esempio apolitico.

Ti sbaglieresti. Ieri sera, LeBron James, Dwyane Wade, Carmelo Anthony e Chris Paul (che nei momenti più leggeri sono stati indicati come il 'banana boat crew') hanno aperto gli ESPY Awards con un potente invito all'azione per gli altri atleti presenti in sala .



Il quattro stelle erano andate a ESPN e ha chiesto loro di poter iniziare lo spettacolo rivolgendosi ai loro compagni atleti, invitandoli sia come leader che come persone ricche a non stare a guardare mentre l'America affronta una crisi di violenza armata e brutalità della polizia contro gli afro-americani. Carmelo ha parlato della rottura del sistema e dell'urgenza di cercare il cambiamento ora. Chris Paul ha parlato di essere il nipote di un buon poliziotto, elencando anche i nomi di uomini di colore che sono morti per mano di agenti impuniti. Dwyane Wade ha parlato di come 'non vedere il valore dei corpi neri e marroni deve finire', affermando anche che le ritorsioni devono finire e ricordando agli atleti che queste conversazioni non saranno sempre convenienti per i loro programmi, ma ciò non significa che può smettere di averli. E infine, LeBron ha invitato gli atleti a informarsi sui problemi e a onorare l'eredità di Muhammad Ali usando l'influenza che hanno per sempre.



È stato un momento piuttosto notevole. Siamo fortunati a vivere in un'epoca in cui gli eroi che i nostri figli ammirano non si preoccupano solo di vendere scarpe.