Mike Tyson è ancora molto arrabbiato per la morte di Muhammad Ali

Iron Mike racconta il suo tempo con Ali e come i due sono diventati amici per tutta la vita.

Ventuno minuti nel documentario di Spike TV Roots of Fight Presents - Ali: Birth of the Greatest (in onda stasera alle 23:15), Mike Tyson racconta una storia. Dice che era ancora un dilettante e probabilmente si era appena allenato quando è arrivato e ha detto al suo allenatore 'Cus' D'Amato che sarebbe stato il migliore al mondo. Cus ha quindi inserito il nastro della prima resa dei conti tra Muhammad Ali e Joe Frazier (nel 1971, l'anno del combattimento, Iron Mike sarebbe stato Mike di 4 anni), quindi ha dato alcuni consigli al millantatore Tyson: 'Ha detto, 'Questo è combattere, figliolo. Quello che stai facendo non è combattere. Quello che stai facendo è intrattenimento. Questo è combattere.''

È significativo che nemmeno Mike Tyson, un uomo che non aveva paura di nessuno, che rivaleggiava con Ali non solo nel pugilato ma anche nella sicurezza, ha mai affermato di poter battere Ali. Chiaramente, il messaggio di Cus è arrivato. Tyson e Ali sono diventati amici per tutta la vita: un giovane Mike Tyson ha promesso ad Ali che avrebbe vendicato la perdita di The Greatest a Larry Holmes, e lo ha fatto ; un vecchio Mike Tyson ha aiutato a portare il defunto Ali al suo luogo di riposo, un portatore di bara al suo recente funerale. Abbiamo incontrato Tyson prima della messa in onda del documentario di stasera per parlare della sua ispirazione di lunga data. Non siamo andati molto lontano prima che l'intervista finisse, con Tyson che crollava, troppo sopraffatto per continuare a parlare del suo vecchio amico.



benefici dei capelli lunghi per i ragazzi

tinews: Quanti anni avevi quando ricordi di aver appreso per la prima volta di Muhammad Ali?
Tyson: La prima cosa che ho sentito su Cassius Clay è stata quando ha combattuto contro George Foreman. È il 1974. Quindi probabilmente ho otto anni. L'unica cosa che ricordo—la prima cosa che ricordo del periodo di boxe è che era una foto di Rivista ebano , o Vita , George Foreman era in copertina con le mani sui fianchi. E il ragazzo di mia madre mi ha detto: non lo dimenticherò mai, questo è un uomo». E mia madre disse: 'Continua a giocare, Clay prenderà quella cintura!' E Alì ha vinto. Mia madre lo chiamava ancora Clay allora. Ricordo come fosse ieri.



Ricordi cosa hai pensato per la prima volta di lui?
Funziona così: circa tre o quattro anni dopo, sono in riformatorio e Ali viene in riformatorio! E ho detto, 'Whoaaaaa.' Ed è stato allora che ho davvero familiarizzato con chi fosse.



Ha parlato con voi ragazzi o qual era il contesto?
Abbiamo visto il film Il più grande e poi è entrato dalla porta di notte al buio e ha iniziato a parlare con noi.

Hai parlato con lui individualmente dopo?
No, era solo una folla di noi. Ma ero così sopraffatto. Sono sicuro di non essere l'unico qui ispirato; Sono solo quello che ne parla. Ma Dio, ha appena fatto esplodere il posto.



cosa dovrei regalare alla mia ragazza per san valentino

E qual è stata l'impressione che ti ha lasciato?
Wow! Non riesco nemmeno a descriverlo.

Ti è venuta voglia di essere come lui o di combattere o...?
Non so se mi ha fatto desiderare di essere un combattente, ma sapevo di volere quello che aveva. Entrare nella stanza e tutti lo perdono.

Ti ricordi quando l'hai preso per la prima volta?
Per me, non è così grande quando è successo a me. Ero obiettivo. Ho visto il prototipo. Ho visto la prima cosa. Quindi non potrei mai vedermi così. Questa è stata solo la prima ispirazione. Boom! La scintilla. La scintilla è semplicemente grande. Non ti vedi mai come la scintilla, ma vuoi essere come la scintilla.