La miserabile storia di come ho perso 25 chili in 6 settimane

Per perdere peso, ho scoperto, la chiave era capire che se un regime avrebbe funzionato, probabilmente ne avrei odiato ogni minuto.

Avviso trigger: questo saggio contiene menzioni di disturbi alimentari e restrizione calorica. Si prega di procedere con cautela.

Sono preoccupato, ha detto Amy Gorin, una nutrizionista di New York. Avevo appena finito di raccontarle dei miei sforzi per perdere peso: 25 libbre in sei settimane. Non approvava la mia metodologia scelta e non era sola.



non voglio andare in vacanza con i miei genitori

Wow, è un sacco di peso in un breve periodo di tempo, ha detto Ginger Hultin, un dietologo registrato con sede a Seattle e portavoce dell'Academy of Nutrition and Dietetics.



Ha fatto tutto questo davvero? accadere ? chiese Rebecca Scritchfield. È una nutrizionista a Washington e autrice di un libro intitolato Gentilezza del corpo . Sarebbe raro per me sentire tutto ciò che hai descritto e che qualcuno venga a trovarmi e mi dica che non ha alcun problema o preoccupazione. Normalmente non succederebbe.



Sicuramente non sono una fan, mi ha detto Lauren Harris-Pincus, una nutrizionista del New Jersey.

Che cosa li ha così preoccupati? In parte, il ritmo della mia perdita di peso, certo. Ma anche il fatto di aver detto loro la chiave del successo, per me, è stata sofferenza.



come adeguarsi alla convivenza

Ecco alcune cose da sapere su di me: ho 36 anni e sono alto circa un metro e ottanta. Descriverei il mio tipo di corpo come magro, ma con una pancia. E ho avuto un intervento chirurgico alla schiena ad aprile per riparare un'ernia del disco. Per la maggior parte della mia vita adulta, ho oscillato tra 165 e 185 sterline. Ma quando mi sono pesato dopo una seduta di fisioterapia e un allenamento leggero sabato 8 settembre, ho visto che ero arrivato fino a 188.

Dovrei fermarmi qui per dire alcune cose molto importanti. So che 188 non è un peso irragionevole per uno come me. Dopotutto, è solo un numero. Non si tratta di quanto dovresti pesare o di come dovresti apparire. Non penso che queste cose siano importanti per la maggior parte delle persone, purché tu sia felice di come ti senti. Se sei una di quelle persone, puoi smettere di leggere adesso! Hai già trovato il tuo Santo Graal.

Ma non ero felice. Mi sentivo malsana e non mi piaceva quello che vedevo allo specchio. Quando avevo 20 anni, la mia pancia da birra era carina, come diceva un'ex ragazza; ora, alla fine dei miei 30 anni, non lo era. Lentamente, ho smesso di indossare abiti che delineavano i miei muscoli, che sembravano essersi sciolti dalle ossa su cui un tempo sedevano. Mi sono reso conto che non andavo a sciare da anni, un'attività che amavo. Ora, non pensavo che sarei più stato molto bravo a farlo, e avevo tranquillamente deciso che non volevo scoprirlo.

Per anni, io e la mia ragazza avevamo iniziato le nostre giornate con un frullato, non come una strategia di gestione del peso ma come una colazione veloce e ragionevolmente sana mentre uscivamo di casa: una banana, due datteri, una tazza di latte di cocco e mandorle, una pallina di burro di arachidi e una manciata di spinaci. Dal punto di vista nutrizionale, è un po' come mangiare un'insalata, ma ha il sapore di bere un dessert. Il giorno dopo, sono passato dal buttare giù questo intruglio da 500 calorie al mattino - e mangiare quello che volevo in tutti i momenti intermedi - ad avere un frullato sia a colazione che a cena. Per pranzo ho mangiato una scodella di zuppa o un piccolo panino. Niente più bagel del giovedì mattina al lavoro; niente più fianchi, ribeye o strisce di New York; e sicuramente niente spuntini.

Ho sempre avuto fame. Sono andato a letto affamato. Mi sono svegliato affamato. L'unica volta che non avevo fame era dopo un frullato, e quel fugace momento di sazietà non è mai durato. Le parti del mio cervello che una volta erano state riservate a Cosa dovrei mangiare per cena? ora erano occupati solo dalla fame e, in una svolta crudele, cercavano di non pensare di essere affamati.