Il movimento è la parte più critica di un orologio. Allora che diamine è?

Una domanda con diverse risposte.

Leggere di orologi può spesso sembrare come aprire un libro di testo. Navigare e persino acquistare significa essere bombardati da parole e frasi imperscrutabili come tourbillon, calendari perpetui, ripetizione minuti e così via. Quindi qui, analizzeremo il significato, la storia e l'importanza dei diversi termini di orologio. Benvenuto nel glossario degli orologi di Tinews.

perchè sei pazzo di me

Che cos'è un movimento dell'orologio? Non c'è una risposta semplice, quindi useremo un'analogia: un movimento è per un orologio ciò che un motore è per un'auto, ciò che un cuore è per un corpo umano e ciò che un sistema nervoso decentralizzato è per una medusa. Il movimento è la cosa che fa andare, funzionare, funzionare, funzionare l'orologio. I movimenti sono disponibili in diverse varietà, alcune delle quali sono costituite da una complicata catena di parti distinte. È molto, lo so. Quindi inizieremo con le basi.



Dal punto di vista più ingrandito, possiamo mettere i movimenti in due secchi: meccanico e al quarzo. Il che ci dà due risposte alla nostra domanda. Un movimento meccanico è una serie di parti interconnesse che, insieme, alimentano gli orologi più preziosi e preziosi del pianeta. Un orologio meccanico trae il suo succo da un insieme di parti che lavorano insieme, come:



  • La molla principale, una bobina di metallo che immagazzina energia avvolgendosi sempre più stretta
  • Il treno di ingranaggi, che riceve potenza dalla molla principale e quindi spinge quella potenza attraverso una serie di ingranaggi sempre più piccoli
  • Lo scappamento, una parte circolare dentata che riceve energia dal treno di ingranaggi. I denti vengono catturati in modo che l'energia diretta al bilanciere venga misurata. Il che ci porta a...
  • Il bilanciere, che oscilla avanti e indietro come il pendolo del vecchio orologio a pendolo che raccoglie polvere nella soffitta dei nonni, mentre tiene il tempo

Anche dopo questi punti elenco, ci sono ancora ulteriori elementi di differenziazione da scoprire perché ci sono due tipi di orologi meccanici: a carica manuale e automatici. La molla di un movimento meccanico manuale riceve energia quando chi la indossa carica la corona. Questi sono gli orologi più tradizionali: alcuni fanno risalire l'invenzione dell'orologio meccanico a carica automatica al XVI secolo. I collezionisti più irriducibili ti diranno che si divertono a caricare i loro orologi ogni mattina, una sorta di meditazione per i ricchi sporchi.



Il movimento automatico, che la maggior parte delle fonti ritiene sia stato inventato intorno al 1770, è quasi esattamente lo stesso della sua controparte manuale. L'unica differenza è come è alimentato. Laddove un orologio manuale ha bisogno di chi lo indossa, o di un diligente maggiordomo, per caricare a mano la corona, l'orologio automatico contiene un semicerchio di metallo noto come rotore che gira mentre chi lo indossa muove il braccio, per il telefono, prendere del cibo o mettere i mattoni durante una partita di basket. Il rotore rotante a sua volta stringe la molla principale.

come applicare la pomata sui capelli

Il che ci porta alla nostra seconda domanda. Un movimento al quarzo è uno strumento che ha talmente semplificato il cronometraggio che, dopo la sua invenzione negli anni '70, ha completamente capovolto l'industria orologiera. Mentre gli orologi meccanici sono belli e apprezzati per gli intricati macchinari che li alimentano, il movimento al quarzo offre una soluzione di cronometraggio meno intensiva.