Mio figlio, il principe della moda

Michael Chabon ha portato suo figlio Abe alla settimana della moda di Parigi e tutto ciò che ha ottenuto è stata una profonda comprensione di chi è suo figlio e cosa vuole fare della sua vita.

Con mezz'ora di ritardo, e poco prima della sua badante - era sempre un passo avanti alla sua ponderosa vecchia badante - Abraham Chabon si aggirava nella stanza dove il designer Virgil Abloh stava dando un'anteprima privata della collezione di Off-White per la primavera-estate 2017 a un piccolo gruppo di giornalisti, direttori editoriali e acquirenti di moda. I modi di Abe erano impacciati, le sue guance arrossate, ma se i suoi movimenti erano un po' forzati avevano una grazia innegabile. Saunter era davvero l'unica parola per questo.

Ora, questo tizio qui, è di questo che sto parlando, disse Abloh, sorridendo ad Abe dal centro della stanza, l'attico di un vecchio studio fotografico nel Quartiere Latino: travi d'acciaio che si incrociano, larghe assi di pino, ogni superficie radiosa con intonaco ad eccezione della griglia inclinata delle finestre nel tetto spiovente. Dalle loro sedie pieghevoli di fronte alle finestre dell'atelier, i compratori e gli editori si voltarono per vedere di cosa stesse parlando Abloh. Così hanno fatto i quattro modelli maschili allineati e stravaccati ad arte davanti alle persone sulle sedie pieghevoli. Quando la sua badante lo raggiunse, tutti nella stanza sembravano aver messo gli occhi su Abe. Le persone sollecite non arrivano mai a fare grandi entrate.



Vieni qui, disse Abloh. Abloh era un grande uomo, solidamente costruito, un architetto di formazione che era emerso nei primi anni 2000 dal frizzante nimbo intellettuale - un terzo hip-hop, un terzo trambusto, un terzo McLarenesque all'interno di uno scherzo - circondando il compagno di Chicago Kanye West . Abloh si era fatto un nome nella moda lungo il perimetro avanguardistico dello streetwear, serigrafando strisce diagonali sulle strisce pedonali e motti criptici su t-shirt Champion vuote e camicie di flanella Rugby Ralph Lauren esaurite che ha rivenduto per vertiginosi multipli dei loro prezzo di vendita originale. Abe pensava che Virgil Abloh fosse illuminato, il più alto riconoscimento che potesse assegnare a qualcuno oa qualcosa. Vieni qui. Ehi, guardati!



cosa mettere in bumble bio

Abe proseguì, le maniche arrotolate, le mani infilate nelle tasche, le falde della sua camicia grigioverde appena infilata nella vita dei suoi pantaloni di twill grigio. Davanti la camicia era piatta e ordinata, ma era un po' troppo grande, e sul retro gli sporgeva sopra la cintura nera sottile. Era Maison Margiela, dal taglio pulito, con un colletto stretto e bottoni ricoperti che le davano un'eleganza minimalista. Abe l'aveva comprato il giorno prima, in saldo, in un negozio di Le Marais chiamato Tom Greyhound. Indossava un paio di Adidas argento da $ 400 di Raf Simons acquistate per $ 250 su adidasx.com e un paio di calzini sportivi Off-White. Aveva tirato i calzini fino alle ginocchia, dove incontravano i polsini arrotolati delle gambe dei pantaloni, in stile vintage da strillone. I soldi per pagare i Raf erano stati guadagnati da Abe raccogliendo le foglie per i vicini, organizzando cassetti e armadi in casa, facendo commissioni e altri lavoretti. I suoi genitori gli avevano dato i soldi che ha usato per comprare la maglietta di Margiela, in occasione del suo bar mitzvah, e i pantaloni erano stati effettivamente riutilizzati dal suo vestito da bar mitzvah di Appaman. Abe aveva 13 anni e 3 mesi e non aveva bisogno che Virgil Abloh o chiunque altro gli dicesse di guardarsi. Sapeva esattamente come appariva.



qual è il modo più economico per spostarsi all'estero?

Ciao, disse Abe ad Abloh, con la sua voce roca, bassa e roca per tutta la vita, andando ancora più in basso ora e dato, al momento, a una rottura casuale, io sono Abe.

Alcune delle persone nella stanza conoscevano già Abe, che tendeva a essere pronunciato Ah- baia, come il cognome del primo ministro giapponese, dagli staff francesi che lo hanno inserito nelle liste degli invitati per le 14 sfilate a cui ha partecipato nel corso della Paris Men's Fashion Week. Lo avevano incontrato o visto in giro. Era quasi sempre, e di gran lunga, la persona più giovane tra il pubblico, e probabilmente si sarebbe distinto solo per questo, anche se non si fosse vestito con così evidente considerazione e arte disinvolta. Ma erano i suoi vestiti e il modo in cui li indossava a suscitare l'attenzione dei giornalisti, e alcuni si erano interessati abbastanza da fargli alcune domande, a verbale. Le domande tendevano a seguire la stessa linea: cosa aveva pensato di questa o quella particolare collezione? Cosa lo ha interessato ai vestiti? Sperava di diventare uno stilista di moda un giorno? Perché era venuto alla Fashion Week?