Nazi Punks F**k Off: come Black Flag, Bad Brains e altri si sono ripresi la scena dai suprematisti bianchi

Una storia orale di lotta contro i nazisti.

Ogni band hardcore che hai amato negli anni '80 e oltre, dai Black Flag ai Minutemen ai Fugazi, aveva una sfortuna in comune: gli skinhead nazisti di tanto in tanto prendevano d'assalto i loro concerti, calpestavano i loro fan, salutavano Hitler invece di applaudire e esperienza comune in una piena di odio e conflitto. I punk rocker avevano flirtato con l'immaginario fascista per il valore dello shock, con Sid Vicious e Siouxsie Sioux dei Sex Pistols che indossavano la svastica in pubblico, ma, come ricorda il primo sceneggiatore di San Francisco Howie Klein, in seguito presidente della Reprise Records: Improvvisamente, hai avuto persone che facevano parte della scena che non capiva 'fascista cattivo'.

Nel 1980, un ceppo più violento di fan del punk stava infettando gli spettacoli punk. Il pogoing è diventato un ballo slam, ora noto come pogo, e alcuni di loro non sembravano essere lì per godersi la musica, tanto quanto erano lì per picchiare le persone, a volte in un modo davvero schifoso, dice Jello Biafra, la cui band, i Dead Kennedys, ha pubblicato una canzone classica a riguardo nel 1981: 'Nazi Punks Fuck Off'.



Nell'era di Trump e dell'alt-right, Charlottesville, e 'persone molto brave da entrambe le parti', combattere i nazisti è tristemente di nuova attualità, e i veterani delle battaglie hardcore contro skinhead di un tempo sono felici di aiutare con storie di guerra e consigli. (Avviso spoiler: la maggior parte sostiene di prendere a pugni in faccia i nazisti.) Ecco una storia orale su come i punk si sono ripresi la loro scena.



Deek Allen ( cantante, Oi Polloi ): Abbiamo iniziato nel 1981. Abbiamo avuto problemi con i nazisti fin dall'inizio, purtroppo.



Henry Rollins ( cantante, Black Flag ): Alcuni skinhead pensavano che i punk rocker fossero deboli o cose del genere, quindi sono andati ai concerti per mostrare loro chi erano i veri uomini.

Mike Watt ( bassista, Minutemen ): La prima volta che i Minutemen sono andati oltreoceano, i Black Flag ci hanno portato in tour. Suoneremo al Paradiso [ad Amsterdam] nel febbraio 1983. Questi ragazzi indossano tutti giacche verdi, stivali grandi e tagli di capelli calvi. Con il sieg-heiling e il saluto. Devono essere stati 20 di loro... Hanno iniziato a darci gli applausi e le manovre sincronizzate. E abbiamo continuato a giocare. Il modo in cui suonavano i Minutemen era proprio come una grande canzone, quindi non c'era davvero roba lì dentro. Stavamo rispondendo loro con le nostre canzoni.



Thor Harris ( percussionista, Swans; creatore, ' Come prendere a pugni un nazista ' video ): Ricordo di essere stato a spettacoli come Scratch Acid, dove gli skinhead prendevano il controllo di un pogo, che è generalmente una cosa molto amichevole. Se le persone cadono, altre persone le raccolgono. E gli skinhead la renderebbero una cosa poco amichevole.