Seven Seconds di Netflix è un dramma tempestivo e imperfetto sull'ingiustizia americana

Il nuovo dramma spiazza le intuizioni intelligenti su razza e potenza con troppa carica.

I drammi TV non diventano molto più attuali di Sette Secondi . La nuova serie Netflix, arrivata venerdì, parla delle conseguenze di vasta portata di un orribile incidente in cui Pete Jablonski (Beau Knapp), un poliziotto bianco, investe accidentalmente in bicicletta un adolescente di colore di nome Brenton Butler. In preda al panico, Jablonski copre le prove con l'aiuto dei suoi colleghi ufficiali. Nelle 10 ore successive, seguiamo un numero sempre crescente di persone coinvolte nelle conseguenze del crimine.

Gli elementi razziali e politici di Sette Secondi difficilmente potrebbe essere più rilevante nel 2018 e certamente non evita di scavare in loro. All'inizio, quando Jablonski giura che confesserà quello che ha fatto, il suo sergente lo avverte esplicitamente di non essere al centro di un incidente come quelli di Ferguson e Baltimora, dove gli episodi di violenza della polizia contro i cittadini neri hanno portato alla protesta nazionale . Gli episodi successivi affrontano tutto, dalla pigrizia del sistema giudiziario alla crudeltà di un'industria medica che avrebbe mandato in bancarotta una famiglia che cercava di salvare la vita del figlio.



Sette Secondi è stato creato da L'uccisione 's Veena Sud, e condivide molto di L'uccisione i punti di forza e di debolezza di Il cambiamento più ovvio (e più saggio) Sette Secondi fa a L'uccisione La formula è che non c'è nessun mistero che metta in moto la storia. Conosciamo in anticipo l'identità del criminale. Stiamo solo aspettando che il resto dello spettacolo ci raggiunga.

Ed è lì che Sette Secondi inciampa. Quasi tutti i drama di Netflix sono di qualche episodio troppo lunghi. Anche quelli veramente bravi finiscono per girare le ruote per un'ora o due, in quello che sembra uno sforzo per raggiungere una quota prestabilita. Quindi è frustrante vedere uno spettacolo come Sette Secondi – così ricco di potenziale – perde gran parte del suo potere a causa del rigonfiamento narrativo, che probabilmente farà deragliare molti aspiranti osservatori prima che il finale rotoli. fa? Sette Secondi hai scene individuali che racchiudono un potere tremendo? Decisamente. Potrebbe essere esponenzialmente più potente se avesse condensato la sua storia in otto ore invece di 10? Decisamente. Forse sei.

10 ore sono un sacco di tempo da riempire, e Sette Secondi rallenta quando dovrebbe essere più propulsivo, ramificandosi ripetutamente in sottotrame di terza categoria che ritardano il culmine logico della storia. Non è abbastanza che Jablonski abbia quasi un crollo nel suo senso di colpa per l'insabbiamento richiesto dal suo sergente. Deve avere una moglie incinta. (In quello che sembra uno strano sforzo per suscitare le nostre simpatie, sta letteralmente correndo in ospedale per vederla quando colpisce Brenton Butler.) E sua moglie incinta deve avere un cugino fastidioso. E certo, perché non un papà fannullone che emerge dalla grondaia per picchiarlo per soldi?