La frase 'Le persone di colore devono morire'

Un tempo era un modo utile per segnalare la lotta collettiva contro il razzismo. Ora è uno slogan di marketing vuoto e BIPOC è anche peggio.

Il mio odio per il nebuloso, persone di colore nervose e inutili possono almeno in parte essere incolpate di bastoncini di sedano, pomodorini e salsa ranch. Era il 2017 (credo). Ero in un panel sull'anti-Blackness, ma non ricordo esattamente dove. (Pittsburgh, forse?) fare ricorda che gli organizzatori hanno detto che ci sarebbe stato del cibo lì. (E so che hanno detto questo, perché ho chiesto. E so che ho chiesto, perché chiedo sempre.) Sfortunatamente, la mia definizione di cibo appropriato per un panel serale con adulti (pizza, pasta, un bastoncino di pollo, ecc.) non corrispondono ai loro, e così mi sono seduto sul palco, infastidito e affamato. Il mio stomaco brontolava così forte che avrebbe potuto essere scambiato per il feedback del microfono.

Quindi, verso la fine del panel, quando un membro del pubblico ha chiesto delle strategie per rimuovere le disparità delle persone di colore dal viso o altro, la mia risposta è stata un po' più piccante del normale. Sapevo che POC era diventato un'abbreviazione per i bianchi a disagio nel dire semplicemente Nero. E invece di correggerli o chiedere loro di chiarire, di solito fingevo di aver detto Black e rispondevo di conseguenza. Quei ringhi dello stomaco erano insoliti, però, quindi ho risposto... insolitamente.



Tutti quassù sono neri, e questo forum è specificamente dedicato alla merda nera, quindi perché stai chiedendo delle persone di colore? Che cosa vuol dire, anche?



Onestamente non ricordo esattamente cosa disse in risposta. A quel punto ero praticamente ipoglicemico, quindi forse le mie orecchie hanno smesso di funzionare. Ma da quando ho visto la luce quella sera, le persone di colore sono diventate il mio mulino a vento, e ho intrapreso una ricerca personale per liberare la terra da quel termine. Voglio che muoia come è morto George Clooney The Perfect Storm, in un peschereccio che affonda rapidamente mentre fissa Mark Wahlberg.



cosa mangiare o bere dopo un allenamento

Questo animus, in parte, deriva dall'imbarazzo linguistico di esso. È una di quelle combinazioni di parole che non mi sono mai sembrate giuste, e posso immaginare che un alieno che non abbia familiarità con il viaggio sgraziato dell'America per determinare come chiamare i neri ne sia profondamente perplesso.

bambola barbie umana valeria lukyanova prima e dopo

Alieno: Aspetta, quindi la persona di colore è cattiva?
America: Sì.
Alieno: Ma le persone di colore sono buone?
America: Sì.
Alieno: Anche quella parola con la N è cattiva, giusto?
America: Così tanto.
Alieno: Che dire della gente di nig—
America: Fermare!



Le persone di colore non sono sempre state inutili. Sebbene la frase sia vecchia di secoli, non è rimasta nel nostro lessico fino alla fine degli anni '80, come alternativa a termini come non bianco e minoranza. Raggruppando le etnie, il termine intendeva generare una solidarietà basata sull'oppressione. Siamo in questa lotta contro il razzismo insieme. Come i Vendicatori, o qualcosa del genere.

Sfortunatamente, fare questo ha un modo di appiattire culture uniche e le battaglie uniche che ogni gruppo razziale affronta in America. Il pregiudizio contro i cinesi americani, ad esempio, sembra completamente diverso dal pregiudizio contro i messicani americani, e metterli insieme nello stesso piatto li rende entrambi insipidi. E ora BIPOC è entrato nello spirito del tempo, un acronimo così terribile che non mi sono nemmeno preso la briga di sapere esattamente cosa significa. Quando lo vedo, il mio cervello legge ancora BMOC (big man on campus) e penso alla filmografia di Billy Zabka.

Ma sembra che ci sia una luce alla fine di questo tunnel. Infastidito com'ero dal melodramma dell'America bianca che scopre, all'improvviso, nell'estate del 2020, che il razzismo (1) esiste e (2) è cattivo, sono stato divertito dall'accompagnamento riflettori sull'inutilità del gesto pubblico Racial Conciliation—un poliziotto inginocchiato con i manifestanti, o un collega casualmente razzista che ritwitta una lista di libri antirazzisti—e fottutamente solleticato dalla rapidità con cui la truffa è stata spesso rivelata.

Naturalmente, i gesti da soli non sono intrinsecamente cose cattive. Possono portare alla conversazione, all'autoesame e al cambiamento. Ma un gesto è solo un mezzo. Sfortunatamente, molte aziende e società e persino privati ​​cittadini americani (bianchi) li hanno trattati come fini. Un lavoro compiuto. Un lavaggio delle mani. E questo è ciò che sono diventate le persone di colore. Un gesto linguistico. Il gergo commerciale è rivestito da un'impiallacciatura di inclusività testata sul mercato. Un catchall senza valore che estingue l'identità invece di amplificarla. Sostituisce il lavoro di riconoscere, riconoscere e forse anche sedersi a disagio in reali distinzioni culturali con giochi di prestigio, e ha bisogno di annegare nel mare.

fare le zip delle giacche da donna a sinistra

Dopo quel panel, uno degli organizzatori mi ha contattato per avere maggiore chiarezza sui miei pensieri sulle persone di colore. Come preferisci essere chiamato? chiese mentre trasportava i resti di un vassoio di verdure. Cosa c'è di sbagliato nel solo nero? Ho risposto. Lei annuì e se ne andò. Non le ho chiesto del cibo. Immagino che entrambi avessimo bisogno di coraggio per trovare le parole giuste.

Una versione di questa storia appare originariamente nel numero di settembre 2020 con il titolo The Phrase 'People of Color' Needs to Die'