Il benessere radicale del pattinatore professionista Alex Olson

La mente dietro Bianca Chandôn mangia vegano, trascorre due ore al mattino praticando yoga e meditazione e si è esercitata a mangiare ad orari prestabiliti secondo i suoi dosha. E questa è solo la punta dell'iceberg.

Alex Olson esce dal nulla. Sto aspettando sul marciapiede a Greenpoint, Brooklyn, dove abbiamo deciso di incontrarci per colazione, aspettandomi di vederlo rotolare su una bicicletta o al volante del suo minivan Mitsubishi Delica. Invece appare in silenzio su un mini skateboard con ruote grandi e morbide, come una macchia di capelli e arti che volano fuori dalla strada.

Il rampollo del leggendario skate punk Steve Olson, Alex è uno dei pochi skateboarder professionisti di seconda generazione. Pattina per la Nike e per la sua compagnia di tavole di successo, la Nine One Seven, ma di questi tempi è altrettanto probabile vederlo fare surf a Long Island o fare il DJ in un club di Avenue C o, forse, comprare erbe medicinali a un negozio di alimentari indiano chiamato Dual Spices, come lo vedi tu Thrasher. Le varie curiosità di Olson lo hanno portato su diversi percorsi, con e senza il suo skateboard. Gestisce anche una piccola ma ricercatissima etichetta di moda chiamata Bianca Chandôn, che produce tirature limitate di magliette grafiche, felpe con cappuccio e abbigliamento sportivo che si esauriscono rapidamente.



L'immagine può contenere mobili e letti di persone umane Human

Pantaloni, (prezzo su richiesta) di Louis Vuitton



È un dilettante insaziabile, che affronta ogni nuovo progetto con l'intensità e la concentrazione di uno studente di medicina del primo anno. Va sullo skateboard da quando aveva 12 anni e ora Olson è diventato un vorace consumatore di tutto ciò che riguarda la consapevolezza e il miglioramento spirituale, un guru autodidatta nella sua ricerca per sentirsi meglio e rendere il mondo un posto migliore. Ma non l'avrebbe mai messa così. È solo curioso... e in profondità nelle tane del coniglio del benessere di YouTube e Instagram.



Penseresti che sarebbe abbastanza per tenere Olson occupato quasi tutti i giorni e radicato in una sorta di corporeità. Ma non così tanto. Sono proprio come una borsa al vento, mi dice. Un Gesù cesellato con un tocco aggressivo, oggi indossa una giacca militare vintage, jeans sbiaditi e scarpe di pelle intrecciata nera che ricordano le huarache messicane. È autunno a New York, ma è abbronzato in Florida.

modo più veloce per sbarazzarsi di un brufolo
L'immagine può contenere Abbigliamento per persona umana Abbigliamento Pelle e schiena L'immagine può contenere mobili e letti di persone umane Human

Ho scelto l'unico posto facile nel quartiere dove pensavo che saremmo stati in grado di chiacchierare in pace, ma presto mi rendo conto di aver commesso un errore cruciale. Olson è vegano. Chi lo segue su Instagram, dove riposta ossessivamente meme di cibo e medicine naturali estremamente croccanti, lo sa. Niente in questo bistrot è fatto senza burro. Ma Olson si ravviva quando il cameriere ci dice che il posto ha latte d'avena, che è abbastanza per trattenerci sotto forma di un paio di americani.