I segreti del più grande ladro d'arte del mondo

Stéphane Breitwieser ha derubato quasi 200 musei, ha accumulato una collezione di tesori per un valore di oltre 1,4 miliardi di dollari ed è diventato forse il ladro d'arte più prolifico della storia.

Non preoccuparti di parcheggiare l'auto, dice il ladro d'arte. Qualsiasi posto vicino al museo va bene. Quando si tratta di rubare dai musei, Stéphane Breitwieser è praticamente impareggiabile. È uno dei ladri d'arte più prolifici e di successo che siano mai esistiti. Fatta bene, la sua tecnica - diurna, senza violenza, eseguita come un trucco di magia, a volte con le guardie nella stanza - non prevede mai una corsa verso un'auto per la fuga. E fatto male, un parcheggio è l'ultima delle sue preoccupazioni.

Assicurati solo di arrivare all'ora di pranzo, sottolinea Breitwieser, quando i visitatori si assottigliano e il personale di sicurezza ruota a corto di personale per mangiare. Vesti bene, scarpe alla camicia, sormontata da una giacca che è tagliata su misura un po' troppo ampia, con un coltellino svizzero nascosto in una tasca.



Sii amichevole alla reception. Acquista il tuo biglietto, saluta. Una volta dentro, aggiunge Breitwieser, è essenziale concentrarsi. Prendere nota del flusso di traffico dei visitatori e memorizzare le uscite. Conta le guardie. Sono seduti o pattugliano? Controlla le telecamere di sicurezza e vedi se ognuna ha un cavo, a volte sono false.



Quando si tratta di pavimenti per musei, il legno vecchio e scricchiolante è l'ideale, quindi anche con la schiena voltata, Breitwieser può sentire dei passi a due stanze di distanza. La moquette è la cosa peggiore. Qui, alla Rubens House, ad Anversa, in Belgio, c'è una via di mezzo: il marmo. Per questo furto, Breitwieser è arrivato con la sua ragazza e compagna di viaggio, Anne-Catherine Kleinklaus, che si posiziona vicino all'unica porta di una sala espositiva al piano terra e tossisce piano quando qualcuno si avvicina.



interno di The Rubens House

La casa di Rubens ad Anversa. Il luogo di una delle rapine più memorabili di Breitwieser.

Contrassegna rendering/immagini Getty



Il museo è l'ex casa di Peter Paul Rubens, il grande pittore fiammingo del 1600. Breitwieser non è interessato a rubare un Rubens; i suoi dipinti tendono ad essere estremamente grandi o troppo apertamente religiosi per il gusto di Breitwieser. Ciò che distingue Breitwieser da quasi tutti gli altri ladri d'arte - è il tratto, secondo lui, che ha facilitato la sua abilità - è che ruberà solo pezzi che lo commuovono emotivamente. E insiste di non venderne mai. Rubare arte per soldi, dice, è stupido. I soldi possono essere fatti con molto meno rischio. Ma rubare per amore, Breitwieser lo sa, è estatico.

E questo pezzo, proprio di fronte a lui, è una meraviglia. Lo aveva scoperto durante una visita al museo due settimane prima. Allora non era in grado di prenderlo, ma la sua immagine gli ardeva nella mente ogni volta che cercava il sonno. Questo è il motivo per cui è tornato; questo è già successo. Non ci sarà un buon riposo finché l'oggetto non sarà suo.