Una breve guida di viaggio alle Bermuda, che è strana, bella e piena di deliziose bevande al rum

Bermuda è a sole due ore di volo molto conveniente da New York City, ed è una strana e meravigliosa piccola isola caraibica su cui rilassarsi.

Le Bermuda sono strane, e non solo nel senso che le cose notoriamente scompaiono lì. A differenza della maggior parte delle isole dei Caraibi, nessun popolo indigeno viveva lì prima dell'arrivo dei marinai europei. La sua storia è lunga circa 500 anni, a meno che non si contino i maiali selvatici, ed è intrinsecamente legata al suo fascino tra i viaggiatori provenienti da terre lontane. È un satellite dei Caraibi con un inverno vero e proprio (anche se mite) e una meta di vacanza dove la gente indossa abitualmente blazer e calzini al ginocchio a cena. Atterrare lì da New York è sorprendentemente veloce: poco più di due ore, meno tempo di quello necessario per raggiungere Montauk con traffico scorrevole. Non puoi noleggiare un'auto lì, solo scooter, ma puoi spostarti da una punta all'altra dell'isola in meno di un'ora. In un certo senso, sembra meno un'isola che un country club delle dimensioni di un'isola. Detto ciò! Due ore da New York? Voli diretti su Delta, American e JetBlue per circa il costo di un noleggio Zipcar per un fine settimana? Dammi i calzini al ginocchio. Sono dentro.

Quest'anno, per ragioni sia complicate (regole sportive antiquate!) sia ovvie (yacht!), le Bermuda ospitano l'America's Cup. Dovresti andare alle Bermuda per l'America's Cup, i cui eventi principali inizieranno questo fine settimana? No, assolutamente no. Per prima cosa, verrai fregato su ogni tariffa, tariffa e tariffa entro un raggio di cento miglia dall'isola. Per un altro, ti piacciono anche le gare di barche a vela? Sii onesto con te stesso. Quello che dovresti fare è andare alle Bermuda dopo l'America's Cup, approfittando del massiccio investimento di capitale recentemente conferito all'isola e alle sue proprietà. Cioè, dovresti approfittare di tutti i soldi spesi di recente per portare le Bermuda nel 21° secolo, ma non per il motivo specifico per cui tutti quei soldi sono stati spesi. Ecco come:



Hamilton Princess & Tennis Club

L'Hamilton Princess è un grande hotel rosa antico, a pochi passi dal piccolo settore del centro di Hamilton, completo di spa, servizio jitney per la spiaggia e tre ristoranti, uno dei quali è diretto da e prende il nome da Marcus Samuelsson, il lodato chef e autore di Harlem. Mi sono fermato da Marcus la scorsa estate, subito dopo l'apertura, aspettandomi che fosse uno di quei ristoranti in stile Las Vegas con uno chef assente, ma c'era Marcus in persona, che lavorava nella stanza (molto affollata), stringendo la mano e sorridendo all'orecchio -all'orecchio. Se vai in estate, ti consigliamo di effettuare una prenotazione. Indipendentemente da quando andrai, vorrai il Fried Yard Bird.

Coral Beach & Tennis Club

Le Bermuda sono famose su instagram per le sue spiagge di sabbia rosa, che non sono proprio rosa (non senza filtro comunque) ma, tipo, più rosa della sabbia normale. Una delle migliori spiagge di sabbia rosa è Elbow Beach, e il Coral Beach Club ha il miglior frammento un po 'privato di esso e una situazione da pranzo terrazzata molto mediterranea con vista sull'acqua. Il Club è tecnicamente solo per i membri (e le persone segnalate dai membri), ma la gente normale può entrare tramite appuntamenti spa e prenotazioni per la cena. C'è un pappagallo domestico.

Barriere coralline

Come tutte le migliori isole, la costa qui è circondata da una vasta rete di barriere coralline. Ciò significa che l'acqua è perfettamente calma, il che è davvero ottimo per le persone che amano semplicemente galleggiare sulla schiena e allontanarsi. Ho anche sentito dire che ad alcune persone piace immergersi per osservare le barriere coralline. Non lo capisco, ma va bene.

Locanda Waterlot

Il codice di abbigliamento standard per la cena praticamente in tutta l'isola è il seguente: uno di quei pesanti blazer abbottonati d'oro, una cravatta, un paio di pantaloncini ingiustificatamente lunghi, calzini alti fino al ginocchio e scarpe ingombranti. Lettore: è davvero brutto. Non dovresti indossarlo, né qui né da nessuna parte. Ma dovresti metterti un bel blazer leggero e un paio di mocassini e uno di quei bottoni di lino che funzionano solo in vacanza, e poi andare in una steakhouse elegante. Forse è la cultura del tennis club, o forse è l'influenza britannica, ma qui prosperano le giunture di tovaglie bianche. La Locanda Waterlot , il ristorante del Fairmont Hotel nella parrocchia di Southampton, è il migliore: costoso da matti, ma ne vale la pena. Ha uno di quei menu JUST PLAY THE HITS—Oysters Rockefeller, zuppa di aragosta, insalata caesar, letteralmente otto diversi tagli di bistecca—ma la cucina qui sa che l'unico modo per vincere con un menu del genere è immaginarlo come un una specie di comfort food di fascia alta, che va alla grande con le porzioni e cucina tutto alla perfezione morbida e mediamente rara.

Swizzle al rum

Non importa dove pranzi, vorrai un Rum Swizzle, dal nome del bastoncino usato per mescolarlo. Le Bermuda non sono l'unica isola caraibica a rivendicare uno swizzle come bevanda nazionale, ma dannazione se ne bevono molti qui. È una miscela di Gosling's Rum, Triple Sec, zucchero, succo d'ananas, succo d'arancia, limoni e bitter. In altre parole, non ha il sapore dell'alcol ed è un guaio.

Oscuri e tempestosi

Un'altra bevanda preferita sull'isola, questa in realtà, inventata definitivamente qui. Guarda, sei in vacanza. Abbassa un po' i calzini e bevi un altro drink.