Contenuto dello sponsor: il ruolo da protagonista che Kylie Bunbury ha passato per interpretare un guerriero tosto in 'Tut'

Star del nuovo show televisivo SPIKE 'Tut', Kylie Bunbury condivide la sua prima scena di sesso con la collega e amica, Avan Jogia.

Quando l'attore Kylie Bunbury è entrato in un'audizione per leggere per Suhad, il guerriero volitivo e accattivante in La nuova serie limitata di SPIKE, Tut, non si aspettava di risuonare così profondamente con il personaggio. Inoltre, non si aspettava di rischiare di non essere scelta affatto rifiutando un'audizione per un altro ruolo, per non parlare del ruolo principale della regina Ankhe. Non molti attori si sentirebbero così obbligati da un personaggio a rinunciare alla possibilità di recitare in una nuova serie, ma ha rifiutato.

Se non mi vogliono per Suhad, pensò, allora non credo che questa sia la cosa giusta per me. È così che mi sono sentito fortemente per il personaggio, dice Suhad. Prendendo spunto dal personaggio del guerriero senza paura, Bunbury ha corso un rischio e ha ottenuto il lavoro.



Abbiamo incontrato l'attrice per scoprire come ha sorpreso anche se stessa passando una possibilità al trono (figurativo), e ha ottenuto un po' di sporco dietro le quinte sulle sue scene di sesso con la migliore amica della vita reale, Avan Jogia.



L'immagine può contenere Kylie Bunbury Abbigliamento Abbigliamento Abito da sera Abito Abito Moda Uomo e donna

Jan Thijs



SUL COLLEGAMENTO CON IL PERSONAGGIO

L'impavidità di Suhad piaceva a Bunbury più della lealtà contenuta della regina al suo faraone.



Suhad si fida davvero del suo istinto e del suo cuore, e li segue, dice Bunbury. È un personaggio davvero potente.

Nella cultura dell'antico Egitto dominata dagli uomini, la volitiva Suhad si distingue come un archetipo femminile dominante che il pubblico troverà riconoscibile, o quanto meno stimolante. In effetti, Bunbury insiste sul fatto che il suo personaggio è il più moderno dello show. Tutte le caratteristiche che le protagoniste femminili potrebbero mancare in un pezzo d'epoca si trovano in Suhad: auto-potenziato invece di docile, sovversivo invece di sottomesso.

Inoltre, l'antico Egitto era sorprendentemente più comprensivo delle donne rispetto alle culture comparate del tempo. Sebbene marginali, i diritti delle donne includevano la possibilità di possedere proprietà, lavorare nel commercio e nel commercio come imprenditrici e poter governare come faraone (ciao, Cleopatra).

La cosa più importante che offre il mio personaggio è questo contrasto [con gli archetipi femminili più storici] e questa affinità [moderna]. [Nello spettacolo] tutte queste donne stanno ascoltando gli uomini, e all'improvviso Suhad entra e dice: 'Nah. Non credo che dovremmo farlo', ride.

All'inizio della serie, Suhad di Bunbury è un guerriero. Sta viaggiando sul retro dei carri, il guardaroba è solo timido di un sacco di juta, e il suo unico trucco è sporco di un viaggio che Bunbury non può rivelare.

Se Suhad vivesse nella nostra era, porterebbe jeans e maglietta, che sembra essere l'ennesima connessione tra Bunbury e il personaggio immaginario con cui si sente così unita. L'attrice si diverte a sfilare sul tappeto rosso, ma i suoi punti forti sono chambray e jeans con un paio di anfibi.