Queste incredibili foto di Jay Adams ci mostrano lo Skate Kid prima che diventasse re

Inoltre, leggi un estratto esclusivo del saggio di Glen E. Friedman dal nuovo libro Jay Boy.

Oggi, Rizzoli pubblica una raccolta di immagini della prima infanzia della leggenda dello skate Jay Adams scattate dal suo patrigno Kent Sherwood. Le fotografie sgranate in bianco e nero sono accompagnate da note intime scritte dallo stesso Adams (mentre era incarcerato nel 2008) e da tre saggi personali: un'introduzione di CR Stecyk (un'altra leggenda di strada), un attaccante dello skater/musicista Tony Alva, e un saggio personale di Glen E. Friedman, pattinatore/fotografo e autore di diversi libri fotografici tra cui Le mie regole (Rizzoli). In tutto, Jay Boy: I primi anni di Jay Adams (Universo / Rizzoli), sembra una sorta di album fotografico di famiglia, una sorta di documento storico, l'ennesimo nella litania di contenuti relativi ad Adams (il documentario Dogtown e Z-Boys riguarda Adams, e così come il dramma Signori di Dogtown ) per gli insaziabili pattinatori che lo adorano. Il gran numero di immagini del ragazzo biondo bianco (molto adorabile) contenute nel libro suggerisce che Sherwood avesse la sensazione che Adams sarebbe stato qualcosa : che il suo pattinaggio avrebbe rivoluzionato lo sport, che sarebbe stato immortalato più e più volte nel film, che il suo stile personale rilassato - Vans, magliette da campeggio, cappelli e, più tardi nella vita, tatuaggi sul viso - avrebbe lanciato un movimento di moda. La collezione ha un'atmosfera quasi magicamente premonitrice.

Di seguito, dai un'occhiata a una selezione esclusiva di immagini di Sherwood più il toccante e nostalgico saggio di Friedman estratto dal libro.