Questo attore di 7 piedi è il punto di riferimento per tutti i giganti e gli alieni di Hollywood (e gli alieni giganti)

Probabilmente hai visto Ian Whyte in Game of Thrones e nell'universo Alien, anche se non lo sapevi all'epoca. Spiega come è passato dal basket professionistico all'attività di interpretare i mostri più grandi e spaventosi sullo schermo.

Immagina di avere un corpo che la gente dice possa essere un alieno, o un gigante, o Chewbacca. Questa è stata la storia della carriera di Ian Whyte negli ultimi 17 anni. Potresti non rendertene conto, ma quasi sicuramente lo hai visto sullo schermo, sia come Alien che come Predator, un White Walker. A 7'1, Whyte è il ragazzo ideale per interpretare cose grandi (e spesso spaventose) in TV e film fantasy e di fantascienza. Ma prima di essere uno dei migliori attori di creature nel gioco, Whyte era solo un tipo davvero grande. Ha giocato a basket professionistico in tutta Europa negli anni '90 e nei primi anni 2000, quando una chiamata è arrivata dal nulla e ha cambiato la sua vita.

tatuaggi temporanei con inchiostro che durano un anno

Un direttore del casting mi ha rintracciato attraverso la squadra di basket per cui giocavo all'epoca, ricorda Whyte. Ha detto: 'Ascolta, per favore, vieni a fare un'audizione, perché stiamo cercando qualcuno esattamente come te per interpretare questa parte'. La parte era il Predatore nello strano, selvaggio, meravigliosamente ridicolo Alieno contro predatore. Se non ricordi, è esattamente quello che sembra: le specie di cacciatori alieni conosciute come Predator combattono i giganti alieni parassiti conosciuti come Xenomorphs. Ne consegue una carneficina.



Whyte non aveva mai recitato prima, ma era più o meno della stessa altezza dell'attore originale di Predator, Kevin Peter Hall, e aveva lo stesso fisico alto, snello e in forma. Si è scoperto che l'esperienza precedente non era così importante quanto la giusta corporatura e una buona forma fisica. Ha visto l'originale Predatore film durante il fine settimana e si è presentato all'audizione.

Era il giorno più caldo dell'anno ed era un minuscolo studio vicino alla stazione di King's Cross. Mi hanno dato una muta e un modello della testa del Predator con le corde spesse e hanno detto: 'Ok, inizia a correre'. E dopo circa 40 minuti, hanno detto che potevo smettere. Mi hanno chiesto: 'Com'è stato per te?' e io ho detto: 'Beh, mentirei se dicessi che è facile, ma posso farcela'. Quella era l'audizione.

Così è iniziata una carriera di quasi vent'anni interpretando alieni, mostri e giganti. Il suo ruolo di Predator ha portato ad altre opportunità in universi creature da Harry Potter a Star Wars a Westeros. Non mi avvicino mai a questi personaggi come mostri o bestie. Li affronto sempre come personaggi a modo loro. Sono eroi nella loro stessa storia, dice.

come allenare i pettorali con i manubri

In questi giorni Whyte è passato da zombi di ghiaccio a mostri satanici della peste: interpreta un medico della peste nella serie di avventure per adolescenti della serie Netflix Gli Irregolari , ed è il diavolo nel periodo dell'orrore della peste La resa dei conti. È andato film per film con tinews parlare di alcune delle sue creature preferite, imparare a parlare una lingua inventata per Ridley Scott e le connessioni tra Game of Thrones e Akira Kurosawa.

Alieno contro predatore & Alien vs Predator: Requiem

Ian Whyte: [ Predatore ] è uno di quei classici senza tempo perché tutti indossano un'uniforme militare. È nella giungla. Non c'è quasi nessun riferimento all'epoca. È solo una di quelle cose che invecchia molto, molto bene.

Mia moglie mi aveva detto: 'Fai tutte le tue acrobazie con cui ti senti a tuo agio. Sono felice di questo. Basta non lasciare che ti diano fuoco». Ma una delle prime scene che abbiamo fatto è stata quella in cui Lance Henriksen, nel ruolo di Weyland, dà fuoco a una bombola di ossigeno e dà fuoco al Predator. La prima settimana c'era una controfigura per bruciare tutto il corpo. Ma i primi piani avevano gel di fuoco su tutto il costume e per gran parte della ripresa ero in fiamme.