Tiger Woods, l'uomo. Amen.

Nel Libro di Saint Earl of the Woods, passiamo ora al capitolo successivo, versetto 1997, in cui il presunto messia - alone, swoosh e tutto - si rivela essere, sussulto! un ragazzo di 21 anni

Ok. Scherzo di golf. Gesù Cristo e San Pietro escono per giocare a golf. San Pietro sale al primo tee. Ha le viti affilate del designer. Ho anche ricevuto un cappello Amana giallo nuovo di zecca. (Amana ha siglato un accordo di sponsorizzazione molto prima di chiunque altro, e Nike non è nemmeno riuscita a entrare dalla porta.) Teste di bastoni che brillano nella luce celeste come stelle su bastoncini. Tira fuori una maglietta d'oro. Mette giù un nuovo Titleist Balata. Lo colpisce lungo il fairway per un 265 pulito, punto morto. La palla si trova nell'erba verde come un diamante bianco distante. Si concede un sorrisetto mentre esce dalla scatola del tee. Ascolta attentamente per sentire se un gallo sta cantando.

Comunque, Gesù al prossimo. Vecchia veste. Segatura fino ai gomiti (qualcuno aveva bisogno di un tavolino finito quella mattina). Ho una roccia nera legata a un palo di canna. Ho una pallina con una striscia rossa intorno al centro e una fetta profonda su un lato. Colpisce la palla con la roccia e va dritta in aria. Viene strappato via da un picchio pileato di passaggio, che svolazza lungo il fairway verso il green. Si alza un forte vento contrario. Il picchio inizia a lavorare. Appena oltre la frangia anteriore del green, il picchio subisce un fatale infarto. Lascia cadere la palla sul dorso di una tartaruga scatola che passa. Bastoni a sfera. La tartaruga porta la palla verso la buca. Sul bordo della tazza, la tartaruga starnutisce.



La palla cade nella buca.



San Pietro scuote la testa.



'Giocherai a golf?' chiede a Gesù. 'O hai intenzione di cazzeggiare?'

Questo è blasfemo?



È?

Davvero blasfemo?

Veramente?

E quale sarebbe la bestemmia?

E cosa sarebbe?

La battuta finale? Che si dice che San Pietro usi una parolaccia nei confronti del suo Signore e Salvatore?

No signora. Scusate. Si prega di consultare Matteo 26:73-74.

E dopo un po' vennero quelli che stavano lì a guardare, e dissero a Pietro: 'Certo, tu sei uno di loro, perché anche la tua parola ti scopre'.

Poi cominciò a imprecare ea giurare che non conosceva quell'uomo.

E subito il gallo cantò.

Pietro è stato perdonato.

E quale sarebbe la bestemmia?

E cosa sarebbe?

Che il nostro Signore e Salvatore giocasse a golf?

Che Egli avrebbe fatto qualsiasi cosa entro il Suo potere certamente considerevole per vincere?

No signora. Scusate. Credo che Gesù giocherebbe per vincere. Non vorrei che Gesù in un Nassau da 1.000 dollari, nemmeno con quattro colpi per lato. Non mi piacciono le mie possibilità in questo. No, signora, non lo faccio. Credo che Gesù avrebbe preso i miei soldi. Credo che lo prenderebbe e lo darebbe ai poveri, ma credo che lo prenderebbe. Credo che Gesù si concentrerebbe. Credo che la sua palla non troverebbe il rough. Credo che ci sarebbero tempeste di vento improvvise. Credo che non troverebbe acqua, ma che se lo facesse, uscirebbe e ne sbatterebbe uno a morte in mezzo allo stagno. Credo che il Redentore venga e giochi per vincere, altrimenti sarebbe finito come uno dei migliori falegnami di Nazareth. Non vorrei che Gesù in un Naussau da 1.000 dollari, nemmeno con quattro colpi per lato.