La vera storia di N.W.A. Suonando Fuck Tha Police Live a Detroit

Non sono stati gli spari a causare il panico diffuso. Secondo la cerchia ristretta del gruppo, la polizia ha innescato fuochi d'artificio per seminare il caos.

Nell'estate del 1989 a Detroit, N.W.A. sono riusciti a superare circa 30 secondi di 'Fuck Tha Police' prima che evidenti colpi di pistola esplodessero tra la folla alla Joe Louis Arena. In precedenza, Ice Cube, Dr. Dre, Eazy-E e gli altri avevano suonato il loro inno distintivo esattamente una volta sul palco— al Celebrity Theatre di Anaheim la primavera precedente. Il gruppo ha sentito gli spari e si è allontanato, solo per imbattersi nel backstage in una fila di poliziotti, che li hanno gettati a terra, li hanno ammanettati e portati via. È una drammatica storia di ribellione che prefigura questa era di proteste contro la brutalità della polizia, ma il modo in cui è detto nel biopic del gruppo 2015 Direttamente da Compton non è esattamente vero.

'Stiamo correndo tutti insieme, veniamo scoperti e sbattuti', immagino che sia fatto per Hollywood', dice DJ Yella degli N.W.A., che era sul palco in quel momento. 'Non siamo stati arrestati. Tutto quel trambusto e alla fine abbiamo preso un biglietto, tipo 100 dollari o qualcosa del genere.'



Nel film, Ice Cube fa un discorso emozionante per introdurre la canzone: 'Questo è NWA, facciamo quello che cazzo vogliamo fare, diciamo quello che vogliamo dire' e conduce i 20.000 fan in mezzo -saluto delle dita prima che risuonano gli spari. Nella vita reale, secondo le persone presenti allo spettacolo, tutto ciò che è servito per iniziare la canzone è stato un breve contatto visivo tra Cube e Dre sul palco. E quegli spari della folla non erano davvero colpi di pistola. 'Tutto ad un tratto senti bap, bap, bap, bap, bap. I ragazzi stanno correndo e i ragazzi stanno cercando di prendere d'assalto il palco. E, naturalmente, i nostri ragazzi della sicurezza stanno combattendo contro i ragazzi che hanno preso d'assalto il palco', ricorda Atron Gregory, all'epoca tour manager del gruppo. 'Si scopre che erano i poliziotti, e avevano acceso alcune bombe ciliegie per creare il caos.'



'Sono la persona che si trovava letteralmente a mezzo metro dalla polizia quando hanno acceso i fuochi d'artificio oi petardi', dice DJ Speed, che si è esibito con il gruppo sul palco. 'È stata una cosa pazzesca.'



Poiché la polizia ha risposto a Fuck Tha Police così rapidamente e con forza, il film suggerisce fortemente che, in qualche modo, gli agenti avevano l'autorità di dire ai gruppi hip-hop cosa potevano e non potevano dire o suonare sul palco. Ma non è proprio così. In effetti, la restrizione proveniva dalla cerchia ristretta di N.W.A.. Il manager del defunto Eazy-E, Jerry Heller, ha concordato nelle trattative pre-tour con Darryll Brooks, il promotore del tour, che la band sarebbe stata multata di $ 25.000 se avesse suonato la canzone.

Perché? Brooks, Heller e l'agente della band, Jerry Ade, temevano che la canzone non sarebbe stata appetibile per le località conservatrici. Quando vai al Bible Belt, nel Midwest, non consentono posizioni sessuali vorticose sul palco', ricorda Brooks. Nella sua autobiografia del 2006 Spietato , il compianto Heller ha spiegato come la polizia è arrivata a far rispettare il contratto: le compagnie di assicurazione richiedevano la sicurezza della polizia come condizione per l'emissione di una polizza. Nessuna polizia, nessuna politica. Nessuna politica, nessun concerto. Quindi la polizia di Detroit ha minacciato di boicottare quei fottuti figli di puttana della polizia, N.W.A.



Sebbene non fosse presente a Detroit, Sir Jinx, un produttore che si è anche esibito con il gruppo, afferma che la polizia aveva un programma per intimidire i fan per lo più giovani e afroamericani di NWA. 'Erano solo dei bulli', dice. 'Era uno spettacolo per il pubblico che avevano il controllo.'

E così il 6 agosto 1989, molti dei 20.000 fan di Detroit iniziarono a cantare Fuck Tha Police, quindi N.W.A. chiamato un segnale acustico e lo ha riprodotto comunque. Brooks stava lavorando in un ufficio da qualche parte nell'arena quando ha sentito il canto, seguito dal familiare ritmo di apertura di DJ Yella. I poliziotti erano ovunque, dice Brooks, perché era uno 'spettacolo rap'—mettilo tra virgolette—quindi tutti cercavano marijuana.' Corse verso il palco, e presto ogni agente di polizia nell'edificio inizia a precipitarsi sul palco dal nulla. Sembrava la battaglia delle Ardenne».