Il mistero irrisolto dell'omicidio di Malibu Creek

Quando un giovane padre è stato ucciso casualmente nel Malibu Creek State Park nel 2018, ha mandato la placida comunità di SoCal in crisi isterica, generando investigatori dilettanti, teorie del complotto e paranoia pubblica.

Prima parte: prima

Il 22 giugno 2018 alle 4:44 del mattino, in un campeggio sotto le montagne di Santa Monica, viene ucciso un uomo addormentato in una tenda che condivide con le sue due giovani figlie. La maggior parte degli altri ospiti del campeggio Malibu Creek State Park non si sveglia; quelli che in seguito riferiscono di aver sentito da tre a quattro forti scoppi, che all'inizio non identificano in modo affidabile come colpi di pistola. Nel complesso tornano a dormire e si svegliano solo quando i deputati del dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles aprono le porte delle loro tende, alcune ore dopo, per chiedere con precisione quando e come sono arrivati, e se hanno armi con loro. Il padre nella tenda viene dichiarato morto sulla scena.

Un campeggiatore, un pastore giovanile, riunisce sua moglie e diversi giovani adulti e si unisce all'esodo di altri che cercano di lasciare il campeggio. Finisce in un ingorgo, la sua macchina vicino a quella che è diventata una scena del crimine, e così passa 20 lunghi minuti a guardare da sopra il volante le due seggioline che rimangono in piedi fuori dalla tenda della vittima. Le figlie della vittima, che sono illese, vengono raccolte dal cognato della moglie della vittima, che si era accampato in un sito adiacente con i suoi due figli piccoli, e portate alla stazione dello sceriffo di Malibu/Lost Hills. L'uomo nella moglie della tenda arriva alla stazione diverse ore dopo per reclamare le sue figlie. Non ci sono ulteriori informazioni disponibili in questo momento, si legge nel comunicato stampa del LASD diffuso quel pomeriggio.




Non tanto dopo, Gli investigatori della omicidi della LASD rilasciano una seconda versione, aggiungendo di essere consapevoli che ci sono state altre sparatorie vicino al luogo in passato, tuttavia, non ci sono prove che suggeriscano che questo incidente sia correlato a precedenti sparatorie vicino al luogo. Tuttavia, le storie iniziano a trapelare: un uomo addestrato come biologo della fauna selvatica si stava accampando nella zona all'inizio di novembre 2016 quando è stato svegliato sulla sua amaca da un dolore pungente al braccio destro. Pensava di essere stato morso da un roditore o da un pipistrello, forse, mentre dormiva. L'ospedale gli ha somministrato un'iniezione per la rabbia e lo ha mandato a casa. Fu solo quando il suo braccio iniziò a guarire che notò che delle palline di metallo, simili a colpi di uccello, stavano gocciolando dalla ferita.



Un'altra donna ha riferito che una notte all'inizio di gennaio 2017, lei e il suo compagno avevano parcheggiato la loro auto al Malibu Creek State Park e stavano dormendo nel veicolo quando hanno sentito un forte scoppio e un'eco di metallo in fiamme, come un sogno. L'hanno trattato come tale. Ma quando si sono svegliati al mattino, hanno trovato un buco considerevole nella parte posteriore dell'auto e poi, incastrato dalla ruota di scorta, quello che sembrava essere un proiettile di fucile.



Quindi forse c'era un uomo pericoloso con una pistola a piede libero? Questo è ciò che alcuni residenti della zona iniziano a teorizzare. Le persone che hanno vissuto a Malibu per un po' ricordano che questa non è la prima volta che accade qualcosa di terribile e inspiegabile nelle remote colline che incombono accanto alla loro città. Nel 2009 una donna di 24 anni di nome Mitrice Richardson è scomparsa dopo essere stata detenuta—per aver agito in modo irregolare in un ristorante e per possesso di marijuana—e poi rilasciata dai vicesceriffi della stessa stazione dello sceriffo di Malibu/Lost Hills che aveva brevemente ospitato l'uomo nel figlie di tenda. Undici mesi dopo, i resti di Richardson furono trovati a poche miglia dalla stazione. Nel 2017 un'altra donna, la ventenne Elaine Park, è stata vista per l'ultima volta a Calabasas prima di scomparire anche lei; pochi giorni dopo, la sua auto è stata trovata sulla Pacific Coast Highway a Malibu, abbandonata, con tutti i suoi averi all'interno. Un mese prima della morte dell'uomo nella tenda, un corpo mutilato è stato scoperto dall'altra parte della strada rispetto al Malibu Creek State Park, seguito da un secondo corpo a luglio, anch'esso con segni di violenza. L'area, affermano gli investigatori della omicidi, era nota per essere una discarica di cadaveri, per lo più uccisioni di bande, senza altri collegamenti con la regione.