L'ascesa molto tattica del designer di Givenchy Matthew Williams

Dal lavoro per Kanye West e Lady Gaga alla gestione del proprio marchio, Alyx, lo stilista autodidatta si è arrampicato sulle vette dell'industria della moda.

Matthew Williams è in piedi davanti a una parete a specchio nel quartier generale di Givenchy a Parigi in Avenue George V, fissando intensamente il suo vestito. I suoi occhi sono fissi su una borsa: una tracolla di pelle nera, la sua tracolla ornata di anelli di metallo. Williams si gira, poi si guarda allo specchio da sopra la spalla. È, come tutti gli altri nella stanza, alto, snello e vestito di nero con una maschera protettiva. L'unica cosa che aiuta a distinguerlo dalla mia parte della finestra di Zoom che sto guardando è il suo tatuaggio distintivo, una gigantesca croce nera sulla nuca e sul cranio, che si insinua sopra la sua maglietta. Dà alla borsa un ultimo esame.

Abbastanza bello, dice, poi se lo toglie. A differenza delle sue controparti più esplicite nella moda, Williams è calmo, disinvolto e collaborativo. Chiede a chi gli sta intorno cosa? essi pensare così spesso che, in un incontro come questo, è facile dimenticare che è lui al comando, che è la persona ora responsabile di una delle più grandi piattaforme della moda e che il momento più importante della sua carriera è imminente.



Dopo la sua nomina a direttore creativo di Givenchy lo scorso giugno, Williams ha raccolto i vari tentacoli della sua vita in Italia e a New York, si è trasferito a Parigi e, visti i vincoli della pandemia, ha fatto l'unica cosa che gli era veramente consentita: lavoro. Il 35enne americano ha lanciato una prima collezione poco più di cento giorni dopo il suo arrivo in casa, svelando silenziosamente gli abiti con una spinta orchestrata da decine di amici famosi che hanno condiviso le immagini dei pezzi sui social. Ma all'epoca ha chiarito che la sua prossima collezione, quella che sta preparando ora e che ha in programma di svelare al mondo digitalmente, in un'arena fuori Parigi il 7 marzo, costituirebbe un debutto più rumoroso e più ufficiale nei grandi campionati. Sarà, come lo descrive lui, uno spettacolo. Come ex direttore creativo di Lady Gaga e collaboratore di Kanye West, Williams ha una predisposizione naturale per la produzione di spettacoli. Mi sento davvero a mio agio nel fare esperienza dal vivo, mi dice, raccolto e imperturbabile.



Ma prima deve produrre i vestiti. Nell'ufficio di Givenchy, la sua squadra di dipendenti del design continua a fornire borse per la sua ispezione. Sono di varie dimensioni, stili e funzioni, che vanno dal sobrio all'ostentato: zaini, pettorali, marsupi, bisacce. Come molti dei design firmati Williams, le borse non sono solo funzionali, ma... urlare funzionalità, con le loro elaborate reti di cinghie, hardware e scomparti. Queste borse sarebbero appropriate per uno squadrone militare d'élite o una truppa di boy scout gotici benestanti.