The Walking Dead Stagione 7 Episodio 6 Riepilogo: Di nuovo in viaggio

L'episodio di questa settimana presenta un dilemma morale davvero difficile e mostra perché Negan è stato un cattivo così noioso.

Come tanti episodi in Il morto che cammina La settima stagione di 'Swear' è essenzialmente un racconto incentrato su un singolo personaggio: Tara Chambler, vista l'ultima volta insieme a Heath per un rifornimento di due settimane in 'Not Tomorrow Yet' della sesta stagione. L'episodio di questa settimana ricongiunge il duo alla fine del loro viaggio, mentre si preparano a tornare ad Alessandria con le magre provviste che sono riusciti a raccogliere.

Questa prospettiva limitata ci permette di fare un breve viaggio a ritroso nei giorni più felici pre-Negan di Il morto che cammina . A causa della sua prolungata assenza, Tara non sa che i Salvatori da allora hanno costretto i suoi amici alla servitù a contratto. Non sa che Glenn e Abraham sono stati assassinati. E, cosa più importante, non sa che la sua ragazza Denise, che in precedenza aveva promesso di dirle che l'amava quando sarebbe tornata, è stata uccisa da Dwight.



L'immagine può contenere: viso, umano, persona, barba e Tom Payne

La resistenza si sta lentamente formando in 'The Walking Dead'

E l'episodio di questa settimana ha esplorato cosa vuol dire essere una vedova incinta nell'apocalisse zombie.

Ma mentre Tara e Heath sono beatamente ignari dei nuovi orrori che sono scesi sui sopravvissuti di Alexandria, stanno avendo problemi loro. Lottando inutilmente per i rifornimenti nonostante due settimane di ricerche, Heath sta cominciando a perdere la speranza. 'Ho capito adesso', dice. 'Se sei tu o qualcun altro, scegli tu. Prendi quello che puoi, elimina chi devi e puoi andare avanti. Nessuno è in esso insieme. Non più.' E Tara, uno dei pochi ottimisti rimasti in questo universo particolarmente cupo, considera tutto il suo discorso e lo chiama stronzate.



Questo è il miglior episodio di Il morto che cammina finora in questa stagione, presentandoci due prospettive molto comprensibili sull'universo e invitandoci a contemplarle entrambe. Nel corso di 'Swear', la bussola morale di Tara viene messa a dura prova. Dopo un incontro con un enorme gruppo di vaganti su un ponte pieno di trappole esplosive, Tara cade oltre il bordo, svegliandosi priva di sensi su una spiaggia misteriosa. (Il destino di Heath non è chiaro e rimane tale fino alla fine dell'episodio.)

Quando Tara si sveglia, scopre di essere inciampata ai margini di una comunità molto segreta. Il suo destino è nelle mani di due donne che la scoprono sulla spiaggia: Rachel, un'adolescente che vuole spaccarle la testa, e Cyndie, una giovane donna che vuole dare a Tara acqua, cibo e una lancia per difendersi prima la mandano per la sua strada. (Come al solito per Il morto che cammina , i bambini più piccoli—che hanno meno contesto per come era il mondo prima dell'apocalisse zombie—sono più veloci a diventare spietati di fronte a un potenziale pericolo.)



Alla fine, Cyndie vince e Tara si insinua nella periferia dell'insediamento per scoprire una comunità relativamente pacifica di sopravvissuti, tutte donne. Ma quando Tara fa scattare uno dei loro allarmi, scopre che anche il gruppo è pronto a difendersi. Armato con una serie impressionante di armi d'assalto, il gruppo dà la caccia a Tara, ma quando Tara ha la possibilità di uccidere uno dei suoi inseguitori e sceglie invece di negoziare, accettano di ascoltarla prima di ucciderla.

Quella sera, a cena, Tara incontra Natania, la nonna leader della comunità. Espone le opzioni: la comunità generalmente uccide gli estranei a vista nel tentativo di rimanere nascosta, ma Tara, rifiutandosi di uccidere il suo inseguitore, si è guadagnata un posto nei loro ranghi. Questa offerta raddoppia, vagamente, come una minaccia: se Tara li rifiuta, potrebbero non avere altra scelta che ucciderla, per assicurarsi che non diffonda la voce.

Questo è il miglior episodio di Il morto che cammina finora in questa stagione, presentandoci due prospettive molto comprensibili sull'universo e invitandoci a contemplarle entrambe.

Tara propone un'alternativa: un'alleanza con i sopravvissuti di Alessandria, progettata per opporsi ai Salvatori. 'Se continui a vedere tutti come nemici, allora i nemici sono tutto ciò che troverai', suggerisce. 'Prima o poi avrai bisogno di un amico' Ma la comunità è riluttante a rischiare la propria sicurezza rivelando la propria esistenza a un altro gruppo. Come spiega Natania, il gruppo non è composto solo da donne per scelta; quando inizialmente incontrarono i Salvatori, tentarono di resistere, e quando i Salvatori li sconfissero in battaglia, di conseguenza uccisero tutti gli uomini di età superiore ai dieci anni. Tuttavia, la prospettiva di un'alleanza è abbastanza intrigante da inviare un piccolo contingente di rappresentanti per esplorarla.