Perché un giocatore NBA ha indossato una maglietta Don't Tread on Me?

L'outfit off-color di Kemba Walker è una lezione sui limiti dell'ironia della moda.

Tutto nella NBA si basa sui playoff. Gli allenatori hanno riorganizzato le formazioni e sperimentato schemi, mentre i giocatori hanno tappato buchi nei loro giochi. Anche gli stilisti si sono preparati, coordinandosi con i marchi e studiando attentamente i siti di shopping online per ottenere la vestibilità giusta. È vero: stilisti e giocatori conservano le loro cose più forti per le notti in cui saranno sulla TV nazionale. E la scorsa notte, mentre i suoi Boston Celtics si preparavano ad affrontare i Washington Wizards nel primo torneo play-in della NBA, Kemba Walker è stato chiamato in causa: uno schema di colori limone-lime scorreva dalla testa ai piedi, con abbinamenti di verde e -cappello, maglietta e scarpe da ginnastica gialle. Uno sfortunato intoppo: L'abbigliamento di Walker emetteva alcuni segnali oscuri involontariamente.

Sul retro della sua giacca c'era un serpente sibilante attorcigliato sopra la frase Non calpestare me, nota anche come bandiera di Gadsden, un simbolo dell'era della guerra rivoluzionaria che da allora è stato cooptato da attivisti per i diritti delle armi, suprematisti bianchi e l'alt-destra. La bandiera ha legami con il Ku Klux Klan e appare frequentemente in alveari di attività suprematista bianca, come il raduno di Charlottesville nel 2017 o il assalto del Campidoglio all'inizio di quest'anno. Walker è stato probabilmente il primo giocatore ad abbinare le Nike Dunks con l'insegna Don't Tread On Me.



L'immagine può contenere Abbigliamento Abbigliamento Cappotto Impermeabile Manica lunga Uomo e persona

La maglia Vetements in questione.



come radersi la testa con il rasoio elettrico
ModeSens



nuovo a$ap rock mixtape

Prima della partita, L'account Twitter di Boston ha pubblicato un'immagine di Walker nella maglia con la didascalia Rinchiuso per il Play-In. Il tweet non è sopravvissuto a lungo poiché le persone hanno sottolineato il significato delle immagini sul retro della maglietta di Walker.

La maglietta non è un merchandising di destra, è il prodotto del marchio Vetements , che brandisce ironia e cinismo come un'arma affilatissima. La copia essenziale del prodotto in ogni rivenditore recita: È realizzato in Italia e presenta la riconoscibile stampa serpente insieme al testo Non calpestare me sottostante. Tuttavia, chiunque abbia familiarità con Vetements e l'etica del suo fondatore e designer Demna Gvasalia sa che c'è di più in questo che pompare un stampa serpente riconoscibile .



Come ha scritto Rachel Tashjian in una recente recensione di uno spettacolo di Balenciaga, di cui Gvasalia è anche lo stilista, Demna Gvasalia è il nostro maestro contemporaneo del disagio in passerella. Vetements ha già giocato con i simboli in modi altrettanto pungenti. Una precedente sfilata presentava loghi simili ingranditi e leggermente modificati di aziende come PlayStation, Bose e Heineken. Vetements ora sembra giocare con il simbolo Don't Tread On Me allo stesso modo: trovare la moda sepolta nel cattivo gusto.